Domani festa dell’Esaltazione della S. Croce nella monumentale Chiesa del Rosario

Gli orari della giornata

Più informazioni su

    Domani Mercoledì 14 settembre Festa dell’Esaltazione della S. Croce nella monumentale Chiesa del Rosario in Catanzaro, adiacente al Duomo, che vide l’atrocità delle bombe, alle ore 09,30: Esposizione del SS. Sacramento per implorare il dono della pace in tutto il mondo, alle ore 17,30 sarà celebrata la S. Messa in suffragio delle vittime del bombardamento, del 27 agosto 1943, con i defunti che riposano nel cimitero di Catanzaro. Lo rende noto monsignor Andrea Perrelli che aggiunge

    Alle ore 10,55 ora del bombardamento e alle ore 17,30 le campane del Rosario, suoneranno mestamente, nel ricordo dei caduti, del Vicario Generale del tempo, Mons. Vincenzo Scorsa, del Seminarista Luigino Afeltra, che recandosi nella chiesa del Rosario cadde sotto i bombardamenti, virgolettando Papa Francesco: “con il sorriso dell’anima, quello trasparente, quello che non inganna”. Definito da Mons. Fiorentini: “un angelo dalle più liete speranze”, con le parole che mamme, spose, figli, sorelle, elevavano alla Regina del Rosario con le foto nelle mani in preghiera: “su tutti i nostri soldati infossati nelle trincee, sulla Patria il cui cuore sanguina, che vuole la felicità dei figli suoi e attende la vittoria e la pace… o Madre vegliate”. Con queste parole Monsignor Andrea Perrelli ravviva il ricordo dei momenti tragici della guerra vissuti anche nella città di Catanzaro.

    “Su tutti i nostri soldati – dice Perrelli – che spiano le mosse nemiche sotto i colpi delle mitragliatrici… o Madre vegliate.
    Sulle anime di tutti i soldati uccisi le quali volano verso l’altro mondo… o Madre vegliate. Dio chiama, Dio opera, Dio converte.
    La preghiera degli umili, dei sofferenti, dei discriminati, può mutare i destini dell’umanità”.

    Più informazioni su