Quantcast

“Ritirare e ricalcolare le bollette dell’acqua del Comune di Caraffa”

La richiesta del movimento Se la Ami la Cambi che incalza la locale amministrazione comunale

Il movimento politico “Se la ami la cambi” incalza l’amministrazione comunale sulla questione delle “Bollette dell’ acqua” per il disservizio causato.

“Non è la prima volta che l’amministrazione comunale incorre in situazioni del genere” – dichiarano Raffaele Fimiano ed Andrea Mazzei, rispettivamente capogruppo e consigliere comunale di Se la ami la cambi-. Infatti, con la trasmissione in questi ultimi giorni delle bollette dell’acqua alle famiglie della nostra comunità, si sono verificati, da un lato, il calcolo della bolletta in un’unica soluzione di più anni di servizio idrico, (comportando in molti casi una maggiore somma dovuta, visto il calcolo in una fascia di tariffa più alta rispetto a quella reale), dall’altro, si è creata incertezza e disagio tra i contribuenti vista la lunga “lista d’attesa” ed i tempi ad oggi indeterminati per poter avere risposte.”

“Per tali ragioni – rimarcano Raffaele Fimiano e Andrea Mazzei – chiediamo immediatamente il ritiro in autotutela delle bollette erogate ai cittadini di Caraffa, ed un ricalcolo delle stesse per come dovuto.”

R”Speriamo – concludono i due esponenti di Se la ami la cambi – in un cambio di passo rispetto a tutte le situazioni nelle quali la popolazione riscontra disservizi. Come unica minoranza in seno al consiglio comunale, continueremo come abbiamo sempre fatto, a denunciare situazioni simili che rischiano di ripercuotersi e gravare sulle spalle dei cittadini del Comune di Caraffa di Catanzaro.”