Teatro Masciari, via libera alla devoluzione dei mutui: il sogno diventa realtà

La preoccupazione per le sorti del teatro sollevò il mondo della cultura e portò alla nascita di un comitato civico

Teatro Masciari, un sogno che diventa realtà. Perché l’ultima delibera della giunta comunale traccia un solco importante nel lungo e travagliato iter che porterà, finalmente, all’acquisto del teatro. Con apposito atto l’esecutivo ha, infatti, dato indirizzo ai settori competenti ed all’Unità di Progetto Autorità Urbana all’attivazione dei procedimenti inerenti la devoluzione dei mutui di seguito dettagliati finalizzando gli stessi all’acquisto del Teatro Masciari: si parla della somma di 800 mila euro  per il completamento funzionale del forno crematorio e sistemazione delle aree di pertinenza”; e  587.793,85 euro e  117.340,19 euro, quest’ultima già erogata, relative ai “Lavori di adeguamento dell’ex mercato di Pistoia”. Con lo stesso atto la giunta ha stabilito di assegnare la competenza della somma pari a 1.505.134,04 euro(comprensiva della somma di € 117.340,19 già erogata) all’Unità di Progetto Autorità Urbana.

Con questa procedura il Comune mette a segno un importante risultato, tentato già in passato.

Nel 2011 il comune tentò l’acquisto dagli eredi Masciari, ma la trattativa non andò in porto. La preoccupazione per le sorti del teatro sollevò il mondo della cultura e portò alla nascita di un comitato civico.

Oggi il sogno di salvare il Teatro Masciari e riportarlo a nuova vita si appresta a diventare realtà grazie all’approvazione di un progetto di inclusione sociale, “Teatro Masciari 3.0”, presentato da un’Ati formata da due giovani professionisti del Teatro, Francesco Passafaro e Giovanni Carpanzano, e inserito nella programmazione di Agenda Urbana (coordinata da Tonino De Marco) che porterà nelle casse del Comune quattro milioni e mezzo di euro – un milione e mezzo attraverso la cassa depositi e prestiti – che serviranno per l’acquisto del teatro e la sua riqualificazione.