Quantcast

Bando Mipaaf per diciannove paesi della provincia di Catanzaro

Ammessi dal Mipaaf, alla fase di valutazione delle domande di investimento

Mipaaf sta per Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali e, poche ore fa, ha reso noto che il Distretto del cibo del Medio ionio Catanzarese e della Valle del Crocchio ha superato la fase di ammissibilità, unico Distretto del cibo calabrese ammesso alla fase di valutazione per ottenere un cospicuo finanziamento. Il Distretto del Cibo del Medio Ionio Catanzarese e della Valle del Crocchio è inserito nel Registro Nazionale dei Distretti del Cibo e, nonostante l’emergenza Covid, ha lavorato in questi mesi a un progetto condiviso con cui partecipare al bando del Mipaaf, che ha una dotazione finanziaria di 8 milioni di euro.

Il Distretto è costituito dai diciannove   territori comunali: Albi, Andali, Belcastro, Botricello, Cerva, Cropani, Fossato Serralta, Magisano, Marcedusa, Pentone, Petronà, Sellia, Sellia M.na, Sersale, Simeri Crichi, Sorbo San Basile, Soveria Simeri, Taverna, Zagarise.

“L’obiettivo strategico del Distretto Cibo del Medio Ionio Catanzarese e della Valle del Crocchio è la promozione e la valorizzazione dei prodotti delle filiere agroalimentari, in un’ottica di sviluppo territoriale sostenibile, favorendo l’integrazione delle attività agricole e produttive con accordi di filiera, tra operatori delle filiere produttive e attori territoriali e introducendo innovazioni di prodotto, di processi e organizzative. La programmazione che attuerà il Distretto del distretto del Cibo del Medio Ionio Catanzarese e della Valle del Cocchio è un importante obiettivo rispetto al panorama “polverizzato” e poco cooperante delle realtà dell’agroalimentare calabrese, non solo perché riunisce allo stesso tavolo le imprese agricole, ma anche perché allarga la platea dei soggetti anche ad attori “complementari” ai produttori primari creando dinamiche di sostegno alla valorizzazione e commercializzazione dei prodotti, nell’ottica dell’identità dell’area”, ha asserito il presidente del distretto intercomunale Domenico Gallelli, anche sindaco di Zagarise.

La finalità del distretto del Cibo del Medio Ionio Catanzarese e della Valle del Crocchio è quella di promuovere lo sviluppo, la coesione e l’inclusione sociale, favorire l’integrazione di attività caratterizzate da prossimità, garantire la sicurezza alimentare, diminuire l’impatto ambientale delle produzioni, ridurre lo spreco alimentare e salvaguardare il territorio e il paesaggio rurale attraverso le attività agricole e agroalimentari. Il progetto presentato al Ministero delle Politiche Agricole è un investimento nella progettazione territoriale, a favore del miglioramento della qualità della produzione agroalimentare, innovazione produttiva e della salvaguardia della identità locale. Il Contratto di Distretto del cibo in via di definizione e co-progettazione prevede la realizzazione di investimenti che dovranno essere conformi agli interventi ammissibili all’avviso MIPAAF n° 10898 del  17.02.2020 e al D.M. n. 7775 del 22.07.2019. A questo scopo sono stati ritenuti finanziabili i progetti coerenti con il Programma del Distretto Rurale del Medio Ionio Catanzarese e della Valle del Crocchio che promuove le filiere prevalenti del territorio,

Olivicola, lattiero casearia, vitivinicola, trasformazione delle carni, filiere che costituiscono il paniere del gusto presentato al MIPAAF.

All’accordo di distretto hanno partecipato le aziende del territorio, impegnate direttamente nella realizzazione di specifici progetti, sia soggetti coinvolti direttamente che contribuiscono al conseguimento degli obiettivi di integrazione di filiera. Il Contratto di distretto verrà sottoscritto dai soli soggetti facenti parte dell’Accordo di distretto che sono beneficiari delle agevolazioni in quanto direttamente coinvolti nella realizzazione del Programma.

In provincia di Catanzaro non è più tempo di  campanilismi.