Quantcast

La giornata in borsa : venerdì 14 febbraio 2014

Più informazioni su


    Continua senza intoppi anche questa settimana il trend rialzista partito i primi giorni di febbraio  ed il ftsemib chiude a 20436 punti con un rialzo settimanale vigoroso del 3,78%, portando la performance di Piazza Affari da inizio anno ad un + 7,74%.

    Lo spread è finalmente sceso sotto la soglia dei 200 punti.

    L’area dei 20000 punti di ftsemib non ha costituito (come invece appariva probabile) un freno alla spinta rialzista, anzi, la rottura dei precedenti massimi di gennaio è avvenuta addirittura con l’apertura di un gap a 20114 punti.

    Benzina sul fuoco rialzista è stata in settimana buttata sia dalla rapidità dell’avvicendamento Letta/Renzi, sia dalle notizie positive (di questi tempi ci si scalda anche con la luce di una candela) dell’ultimo dato trimestrale del PIL finalmente in crescita dello 0,1%, sia dal giudizio (arrivato venerdì) dell’agenzia di rating Moody’s  che ,pur non modificando ancora il giudizio sulla solidità del debito pubblico italiano, lascia intravedere un’imminente decisione in tal senso.

    Se non avverranno rapidi ripiegamenti (da non escludere del tutto visto comunque il livello di ipercomprato raggiunto dal listino azionario), il mercato dovrebbe dirigersi verso i 21000 punti , anche questa zona di forte resistenza grafica.

    Ai livelli attuali dei prezzi non è consigliabile (salvo operazioni su specifici titoli con forza relativa molto alta o poco correlati ai movimenti del paniere ftsemib) intraprendere nuove posizioni rialziste, ma chi è già dentro questo rialzo non penso debba avere fretta a prendere profitto ma deve solo alzare gli stop per salvaguardare guadagno e capitale da eventuali dietrofront del mercato.

     

    Alessandro D’Elia  (trader professionista)

     

    Per info e chiarimenti : alexdelia@tiscali.it

    ALL’ATTENZIONE DEI LETTORI :

    Il sottoscritto dichiara che la presente rubrica ha uno scopo meramente informativo e non intende rappresentare in alcun modo una sollecitazione al pubblico risparmio.

    Più informazioni su