Investire in borsa : venerdì 31 ottobre 2014

Più informazioni su


    Come facilmente previsto nel commento del 3 ottobre, la rottura di due minimi relativi fatti segnare ad agosto ha innescato una serie di vendite ad opera dei trading systems che a metà mese hanno gettato nel panico parecchi operatori facendo pensare (allarme non del tutto rientrato) ad un vero e proprio crollo dei mercati azionari internazionali.
    Il nostro indice Ftsemib non solo ha chiuso il gap da me indicato a 18160 punti , ma ha fatto segnare un minimo a 17555 cercando (purtroppo senza riuscirci) anche di chiudere l’ultimo gap ancora presente sul grafico a 17456.
    Come sempre avviene, quando i mercati salgono parecchi investitori sperano in una correzione per poter comprare a prezzi più bassi, quando poi la correzione arriva gli stessi non comprano perché il sentiment è peggiorato e si temono ulteriori discese.
    Questo è il normale comportamento di un investitore con una medio-bassa cultura finanziaria e non è certo l’unico comportamento sbagliato ; ci sono addirittura dei manuali che descrivono la psicologia dell’investitore medio e gli errori “tipici” da evitare, ma, in periodi come questi in cui i mercati forniscono nella stessa giornata sia segnali fortemente negativi sia segnali rialzisti (vedi seduta di giovedì 30), riuscire a barcamenarsi non è affatto facile senza l’ausilio di grafici ed oscillatori.
    Se a questo aggiungiamo che in questi giorni sono state  diffuse notizie macro tra di loro contrastanti che da un lato hanno  evidenziato  il pericolo di  una nuova fase recessiva in Europa ma dall’altro che tale scenario potrebbe anche non realizzarsi (in Germania il dato sulla disoccupazione è stato infatti migliore delle attese) , la confusione sicuramente aumenta ed il rischio di fare scelte d’investimento sbagliate è alto.
    Volendo distaccarsi dal contrastato scenario macroeconomico e volendo provare ad operare con la logica semplice di un trading system (contrariamente a quello che si pensa i calcolatori operano infatti sui mercati in modo oserei dire “infantile” nell’accezione classica del termine) la mia previsione sul ftsemib per le prossime settimane è la seguente : la rottura al rialzo del max relativo  19773 darà un forte impulso rialzista ma  l’eventuale rottura al ribasso di 18701 prima e peggio ancora di 17555 riconsegnerà il mercato nelle mani dei ribassisti.
    Alessandro D’Elia  (trader professionista)
     
    Per info e chiarimenti : alexdelia@tiscali.it
    ALL’ATTENZIONE DEI LETTORI :
    Il sottoscritto dichiara che la presente rubrica ha uno scopo meramente informativo e non intende rappresentare in alcun modo una sollecitazione al pubblico risparmio.
     
     

    Più informazioni su