Quantcast

Catanzaro sul tetto del mondo della danza con Marco Masciari

Il ballerino 17enne vince il primo premio al Prix de Lausanne

Impeccabile ed elegante. Marco Masciari catanzarese doc incanta la giuria del Prix de Lausanne prestigioso concorso internazionale di danza.

Generico febbraio 2020

Lui, 17 anni con alle spalle una carriera già lunga si è aggiudicato il primo premio a una rassegna che ha visto la partecipazione di 77 giovani ballerini provenienti da tutto il mondo. In 21 hanno convinto particolarmente la giuria e sono stati ammessi  alla finale di questo pomeriggio. Marco, che ha mosso i primi passi alla scuola Maison d’art di Catanzaro, e che ha avuto la sua consacrazione con l’Accademia Princess Grace di Montecarlo, era l’unico italiano alla serata finale, uno dei pochissimi europei. Ma non si è accontentato di questo risultato già di prestigio.

Ha voluto esagerare. La sua esibizione è stata premiata con la medaglia d’oro da una giuria estasiata dalla sua performance. Marco Masciari, (o Masciàri come, sbagliando l’accento, è stato invocato sul palco) da artista consumato, con personalità e mostrandosi emozionato neanche troppo, ha salutato  i membri della giuria uno per uno.

Poi in un perfetto inglese ha ringraziato al microfono la famiglia, gli amici i maestri con una dedica particolare a una compagna di classe e grande ballerina Tony Yamada che non era presente a causa di un infortunio. La vittoria al festival, la cui finale si è svolta oggi a Montreaux, al termine di una settimana di esibizioni, è un nuovo punto di inizio per la carriera di un ballerino che ha posto la danza catanzarese sul tetto del mondo. In alto il video della sua esibizione di finale e della sua premiazione tratta dalla tv Arte Concert.