Emergenza Coronavirus, il cantautore Massi Lepera in un video per #iorestoacasa

Un video social di sensibilizzazione per l’emergenza Covid-19

Anche il cantautore calabrese Massi Lepera si impegna nella campagna di sensibilizzazione che in questi giorni diversi personaggi dello spettacolo stanno portando avanti, cercando di diffondere il più possibile la notizia di restare a casa e provare tutti insieme a fermare il Covid-19, che ormai da settimane attanaglia il nostro Paese e ci ha catapultati in una situazione di emergenza che non si vedeva da anni, quasi secoli. Lepera ha voluto dunque dare anche dei suoi input, nel proprio piccolo, per sensibilizzare non soltanto la città e la regione in cui vive, ma tutta l’Italia, perché non esistono barriere e tutti insieme devono reagire a tale emergenza, rispettando tante piccole ma utilissime regole, tra le quali quella di restare a casa.

Campagna sensibilizzazione Covid 19 Massi Lepera live #iorestoacasa

Lui in primis, docente di latino e greco presso il Liceo Fiorentino di Lamezia Terme, sta rispettando da giorni tale normativa, facendo, con successo, didattica a distanza e dimostrando come, con un po’ di impegno e forza di volontà, sia possibile andare avanti e coinvolgere gli alunni quasi come se si fosse in classe. E non c’è niente di meglio della musica per esprimere tale concetto. A tal proposito, partendo dal suo ultimo disco Nessuno è perfetto (2017), Lepera ha estratto dei brani significativi che possano far riflettere come la situazione sia sì di emergenza, ma al contempo bisogna essere positivi e superare tutto con determinazione.

Il messaggio è dunque chiaro, da Fugace ricordo a Giramondo (“in questo mondo folle matto e vagabondo, non te ne accorgi e cambia tutto in un secondo …”) all’Italia è un Belpaese (canzone e titolo che si commentano da sé), fino al finale scoppiettante con Paranoia Folk, addirittura con una auto parodia che invita ancora una volta a restare a casa (“io resto a casa … dai prima o poi tutto passa”). Insomma, una campagna che, se condivisa veramente da tutti, in unione e collaborazione, potrà veramente dimostrare come, ancora una volta, Catanzaro, la Calabria, l’Italia intera ce la faranno anche in questa battaglia.