Traversa: “Profonda tristezza per morte di Ennio Morricone”

L'ex sindaco: "Lui che era abituato ai premi si commosse nell’ascoltare le mie parole e la lettura della pergamena della sua cittadinanza onoraria"

La scomparsa del maestro Ennio Morricone,  – scrive l’ex sindaco di Catanzaro Michele Traversa-uno dei più grandi musicisti di sempre, mi riempie di tristezza. Il mio ricordo commosso va a quel pomeriggio del  novembre del 2011  quando, su mia proposta, il Consiglio comunale di Catanzaro gli conferì solennemente la cittadinanza onoraria, quale riconoscimento non solo della sua straordinaria carriera, ma soprattutto per il suo amore e il suo attaccamento alla nostra città. Quel giorno resta scolpito nel mio cuore come uno dei più belli e intensi della mia esperienza di Sindaco.

Ricordo come oggi la conversazione amabile con il Maestro nella mia stanza a Palazzo De Nobili prima dell’inizio della cerimonia. Morricone era un uomo semplice, molto riservato, molto umile. Mi sorprese, lui che era abituato a ricevere Premi Oscar e altri riconoscimenti in tutto il mondo, quando si commosse nell’ascoltare le mie parole e la lettura della pergamena ufficiale.

Mi disse: Sindaco, io non merito tanto! Oggi mi inchino davanti alla sua irraggiungibile grandezza e alla sua arte che ha fatto sognare tutto il mondo. Addio Maestro! Addio nostro Concittadino!