Quantcast

La pianista Maria Perrotta in concerto a Palazzo De Nobili

Questa sera per un evento organizzato dall’Associazione Amici della Musica di Catanzaro, aderente ad AMA Calabria

«È una figura schiva e poco conosciuta, è uno dei veri astri del pianismo mondiale… Nelle Variazioni Goldberg ella è all`altezza di Glenn Gould, di Rosalyn Tureck», è così che Paolo Isotta del Corriere della Sera definisce Maria Perrotta, la musicista che Venerdì 23 Ottobre, alle ore 18:00, si esibirà nella Sala Concerti di Palazzo De Nobili, evento organizzato dall’Associazione Amici della Musica di Catanzaro, aderente ad AMA Calabria.

«Ospitare all’interno della nostra rassegna un personaggio come Maria Perrotta – dichiara la presidente Daniela Faccio – è sicuramente un onore. Oltre alla sua eccelsa tecnica di musicista, mi preme sottolineare la sua appartenenza alla Calabria, terra che porta nel suo cuore nonostante viva con la sua famiglia a Parigi. Per tutti i calabresi è motivo di orgoglio essere rappresentati in tutto il mondo da un’artista acclamata in tutto il mondo».

Maria Perrotta è una delle pianiste più raffinate nel suo genere. Dotata di una tecnica impareggiabile grazie alla quale ha ottenuto riconoscimenti per le sue interpretazioni delle Variazioni Goldberg di Johann Sebastian Bach, la musicista cosentina sorprende per la sua semplicità che contrasta con la complessità delle sue interpretazioni.

Il primo approccio con la musica è stato con la tastiera della fisarmonica di suo padre, musicista amatoriale. Da quel momento la passione per il pianoforte si è sviluppata fino a farla diventare una stella di prima grandezza. Dopo essere entrata in Conservatorio, si è esibita per la prima volta con un’orchestra all’età di 11 anni. Considerata tra le maggiori concertiste internazionali, ha inciso importanti album con l’autorevole etichetta Decca eseguendo alcune delle composizioni di Bach, Beethoven, Chopin e Schubert.