Quantcast

Un po’ di Calabria alla consegna dei Nastri d’argento 2021

Il premio come Miglior soggetto andato a “Padre nostro”, il “Bonacchi” a Ginevra Francesconi protagonista di “Regina

A Nastri d’argento del 2021, la Calabria c’è. Il premio del Sindacato nazionale dei giornalisti cinematografici italiani, svolto ieri sera al MAXXI di Roma, ha quest’anno puntato su “Le sorelle Macaluso” di Emma Dante – Miglior Film, Migliore Regia e Migliore Montaggio -, ma non sono mancati i riconoscimenti in qualche modo “nostrani”. Come Migliore Soggetto si è infatti aggiudicato il premio “Padre nostro”, la pellicola di Claudio Noce girata anche in Calabria, con protagonista Pierfrancesco Favino e tra gli interpreti  Francesco Colella e Anna Maria De Luca. Nella cinquina della stessa categoria, va detto, concorreva anche il soggetto di “Regina” di Alessandro Grande e Mariano Di Nardo. 

Per quanto riguarda poi i premi destinati ai più giovani, il premio “Graziella Bonacchi” è andato a Ginevra Francesconi, per le sue interpretazioni nei film “Genitori VS influencer” e “Regina”, dove appunto recitava nel ruolo della protagonista. Nei giorni scorsi la pellicola Regina, bisogna aggiungere, aveva già intascato il “Ciak d’oro” Cult Movie, oltre al Primo premio come Migliore Opera prima per la stampa umbra, e Premio come Giovane promessa del cinema alla Francesconi, al Festival del cinema Città di Spello.

Per quanto riguarda i Nastri d’argento, la chiusura di questa edizione sarà il prossimo 27 giugno, in apertura del Taormina Film Festival, con la consegna del Premio Nino Manfredi.