chiudi
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Alchimia
CONTENUTO SPONSORIZZATO
http://concessionaria.bmw.it/barletta-motorservice/it_IT/home.html
http://www.biotech-service.it
http://www.gruppocitrigno.it
http://www.guzzettiviaggi.com/
http://www.ruga.hyundai.it/
mailto:commerciale@catanzaroinforma.it
http://www.andreacchiogroup.it
http://www.catanzaroinforma.it
http://www.mastriavending.it/
http://www.catanzaroinforma.it
http://www.catanzaroinforma.it
CRONACA

MoneyGate, Procura chiede retrocessione di Avellino e Catanzaro

E tre punti di penalizzazione per il campionato del prossino anno. Ora la parola alla difesa 

MoneyGate-Procura-chiede-retrocessione-di-Avellino-e-Catanzaro
Venerdì 15 Dicembre 2017 - 11:16

E' il giorno del processo sportivo per  il Catanzaro chiamato a rispondere a titolo di responsabilità diretta e oggettiva della presunta tentata combine con l'Avellio. Deferiti per il presunto illecito sportivo, tentato ma non consumato, il presidente Walter Taccone ed il direttore sportivo Vincenzo De Vito per l'Avellino. Per il Catanzaro a giudizio con la stessa accusa l’ex patron Giuseppe Cosentino, l’ex ds Armando Ortoli e l’ex calciatore Andrea Russotto. Secondo la Procura Federale avrebbero concordato il pareggio per la gara del 5 maggio 2013 conclusasi poi con la vittoria dei biancoverdi che festeggiarono la promozione in B.

Per Cosentino chiesti 5 anni di inibizione con preclusione più 70 mila euro di ammenda. Russotto, molto provato "perchè aspetto un figlio e sono qui per aver sbagliato un gol per pochi centimetri", è stato chiesta la squalifica di 3 anni. Quattro anni di inibizione per Ortoli. 

 LA RICHIESTA DELLA PROCURA : “Chiediamo per il Catanzaro la retrocessione all’ultimo posto in classifica, si chiede inoltre la penalizzazione di di tre punti nella stagione sportiva successiva in ragione della responsabilità oggettiva e della pluralità di soggetti coinvolti”. E’ la richiesta della Procura Federale per il club giallorosso  che purtroppo, stando a quanto prevede il codice di giustizia sportiva, significa retrocessione immediata e 3 punti di penalizzazione al prossimo campionato di serie D. A seguito della richiesta c'è stata arringa difensiva dei legali del Catanzaro, in particolare l'avvocato Pittelli ha rimarcato come l'Avellino "sarebbe stata una società di folli se si fossero davvero accordati con il Catanzaro per un pareggio quando gli irpini avrebbero potuto conquistare sul campo di una terz'ultima in classifica la vittoria del campionato". Anche il presidente Noto ha voluto dire qualcosa al preidente della Procura: "Sono il nuovo presidente, in 5 mesi abbiamo provato a cambiare il mondo gestionale e organizzativo di una società di Lega Pro. Questa vicenda che non mi vede coinvolto in prima persona mi trova davvero amareggiato".

LA RICHIESTA PER L'AVELLINO: La Procura Federale sull’Avellino: “Chiediamo per l’Avellino la retrocessione all’ultimo posto in classifica, si chiede inoltre la penalizzazione di di tre punti nella stagione sportiva successiva in ragione della responsabilità oggettiva e della pluralità di soggetti coinvolti”.

 



CONTENUTO SPONSORIZZATO
CatanzaroInforma.it
CONTENUTO SPONSORIZZATO
ULTIMISSIME
CONTENUTO SPONSORIZZATO