chiudi
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Alchimia
CONTENUTO SPONSORIZZATO
http://concessionaria.bmw.it/barletta-motorservice/it_IT/home.html
http://www.biotech-service.it
http://www.gruppocitrigno.it
http://www.guzzettiviaggi.com/
http://www.ruga.hyundai.it/
mailto:commerciale@catanzaroinforma.it
http://www.andreacchiogroup.it
http://www.catanzaroinforma.it
http://www.mastriavending.it/
http://www.catanzaroinforma.it
http://www.catanzaroinforma.it
CRONACA

'Da Susanna Ceccardi giudizio infamante'

La nota dei consiglieri comunali Demetrio Battaglia e Manuela Costanzo 

Da-Susanna-Ceccardi-giudizio-infamante
Venerdì 15 Dicembre 2017 - 21:58

I consiglieri di maggioranza Manuela Costanzo (Obiettivo Comune) e Demetrio Battaglia, (Catanzaro con Sergio Abramo), intervengono a difesa dell’intera categoria dei medici chirurghi e degli odontoiatri delle cinque province calabresi, a seguito delle infamanti dichiarazioni rese nel corso della trasmissione Agorà da parte del Sindaco di Cascina Susanna Ceccardi.

Nel corso della predetta trasmissione televisiva nazionale, la Ceccardi si è lasciata andare a dichiarazioni fuori luogo e prive di alcun fondamento, evidentemente in preda ad una crisi di sterile protagonismo, laddove ha attaccato a tutto spiano la professionalità e le competenze dell’intera categoria dei medici calabresi, sostenendo che i medici del nord hanno diritto ad una retribuzione maggiore rispetto ai loro colleghi della Calabria sol perché, a suo dire, sarebbero più professionali e attenti.

La Sindaca di Cascina che evidentemente non ha nessuna competenza al riguardo, ignora o finge di non conoscere quella che è la differenza tra la realtà in cui operano i medici in Calabria rispetto ai medici del nord Italia.

Ed invero, malgrado le ristrettezze economiche cui vive il meridione d’Italia, rispetto al resto del Paese, come la storia passata ci ha insegnato, laddove ha visto fortemente penalizzato il mezzogiorno a seguito dei noti accadimenti dell’ottocento, la cui scellerata politica dell’epoca ha svuotato tutte le cospicue risorse locali in favore del nord, i medici del sud sarebbero da encomiare per il lavoro che, malgrado le difficoltà, quotidianamente svolgono in ambito sanità, rispetto ai colleghi che operano in altri e più floridi contesti.

Più nello specifico, i casi di malasanità, il cui accertamento di volta in volta è demandato alla competente autorità giudiziaria e non certo ad affrettati giudizi di questo o di quel politico di turno, non esistono solo in Calabria.

A nostro modesto parere, la differenza sta nel fatto che, quando si verifica un caso di presunta malasanità in Calabria, le cui inchieste giudiziarie, il più delle volte si concludono con archiviazioni, ovvero con sentenze di assoluzione, il medico coinvolto viene immediatamente sottoposto alla pubblica gogna; al contrario, quando fatti analoghi accadono nel nord Italia non viene riservata la stessa eco mediatica.

Se problemi in Calabria ce ne sono e non vogliamo nasconderci dietro un dito, al momento le responsabilità sono certamente da attribuire al nostro caro Governatore Oliverio, che pensa imperterrito a reclamare la poltrona della sanità e sul cui argomento è intervenuta finanche il Ministro della Salute Lorenzin, bacchettandolo per l’ennesima volta, sostenendo che il commissariamento in Calabria continuerà ad oltranza, fin tanto che Oliverio che evidentemente non gode di nessuna stima politica, né in ambito di centro destra né di centro sinistra (vedi dichiarazioni di qualche giorno addietro del Ministro Calenda) sarà alla guida della Regione.

Sarebbe ora, a questo punto che riflettesse seriamente e serenamente sul rassegnare le proprie dimissioni.

Così come alle dimissioni dovrebbe pensare anche il Sindaco Ceccardi che, con le sue farneticanti dichiarazioni, ha messo in serio imbarazzo l’intera cittadina di Cascina che non è meritevole di rappresentare e i cui abitanti che godono della nostra stima e rispetto, siamo convinti, non avranno certamente si saranno dissociati da dette esternazioni.

Il fascino della Calabria non è solo mare, monti e cultura culinaria, il bello ed il cuore pulsante di questa terra è rappresentato da tutti quegli onesti cittadini che talvolta con enormi sacrifici, ma con l’orgoglio e la dignità che da sempre li contraddistingue, lavorano quotidianamente per una crescita economica, sociale e culturale nel tentativo di renderla una regione migliore.



CONTENUTO SPONSORIZZATO
CatanzaroInforma.it
CONTENUTO SPONSORIZZATO
ULTIMISSIME
CONTENUTO SPONSORIZZATO