Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
CONTENUTO SPONSORIZZATO
http://www.catanzaroinforma.it
http://www.catanzaroinforma.it
ARTE E CULTURA

Savuci: il borgo che torna alla vita. Grazia a due associazioni

Domani l'inaugurazione. Nel 2014 la partecipazione di 'Effetto Stendhal' e 'Il mantello' al bando per il ripopolamento del Comune di Fossato Serralta 

Savuci-il-borgo-che-torna-alla-vita-Grazia-a-due-associazioni
Domenica 17 Dicembre 2017 - 15:15

Da borgo abbandonato a centro vitale di cultura, arte e umanità. Torna a vivere, dopo 40 anni, grazie all’impegno di due associazioni culturali – “Effetto Stendhal”, presieduta da Francesco Scicchitano e “Il Mantello” guidata da Lucio Bramato – il piccolo Borgo di Savuci che riapre i battenti domani, lunedì 18 dicembre: un angolo curato per stupire i visitatori che si ritroveranno in un’altra dimensione. Nel 2014 queste due associazioni hanno partecipato ad un bando del Comune di Fossato Serralta per l’assegnazione di case con lo scopo di ripopolare questo splendido angolo di storia e natura ai piedi della Sila. Il bando era finalizzato a creare turismo e attività culturali ha permesso ai sodalizi “Effetto Stendhal” e “Il Mantello” di affrontare un intenso percorso di lavoro volto alla riqualificazione di Savuci. Ci sono voluti due anni, ma il Borgo è pronto e si apre a quanti vorranno visitarlo apprezzando i percorsi tematici a sfondo artistico creato da persone appassionate che hanno pensato a tutto, e proprio a pochi giorni da Natale.

Il corso del Borgo sarà illuminato da luci artistiche artigianali create con il metodo del riciclo creativo; un impianto di filodiffusione diffonderà un sottofondo musicale che accompagnerà i visitatori lungo le suggestive stradine alla scoperta delle attrattive del borgo. Dal “quartiere dei briganti”, da visitare soprattutto nelle ore serali proprio per apprezzare al meglio lo spaccato ottocentesco ricreato anche con l’uso di fiaccole. E ritroveremo le ombre dei briganti seduti nelle locande a bere vino, le donne che cucinano nelle povere case, giochi di luci e atmosfere che riportano indietro nel tempo. Percorsi che diventeranno didattici, e sono arricchiti dai quadri dell’artista internazionale Melo Santo, esposti nella casa museo che “Effetto Stendhal” inaugurerà sempre il 18 dicembre, e dove troverà spazio l’esposizione dei gioielli dell’orafa salernitana Rosa Rumolo.



public/img/fotogallery/galleria2017121715324800_0.jpg

CONTENUTO SPONSORIZZATO
ULTIMISSIME
CONTENUTO SPONSORIZZATO