Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
CONTENUTO SPONSORIZZATO
http://www.catanzaroinforma.it
mailto:commerciale@catanzaroinforma.it
http://www.gruppocitrigno.it
http://concessionaria.bmw.it/barletta-motorservice/it_IT/home.html
http://www.guzzettiviaggi.com/
http://www.marmisignorelli.com/
http://www.catanzaroinforma.it
http://www.catanzaroinforma.it
POLITICA

Civica assise, Abramo: oggi non si discute il bilancio di previsione

Riccio: Riguardo alle spiagge di Lido si ripristini subito una situazione di legalità

Civica-assise-Abramo-oggi-non-si-discute-il-bilancio-di-previsione
Mercoledì 11 Luglio 2018 - 15:24

di Danilo Colacino

A chiudere il primo giro al microfono è Eugenio Riccio: “Chi ha fatto in passato il piano regolatore delle spiagge aveva usato un criterio giusto, ma oggi è arrivata una ruspa ed è stato recintato un tratto di spiaggia. Una vicenda su cui attendiamo delle risposte da parte del sindaco. Chiediamo lumi, inoltre, sulle concessioni date a Giovino e soprattutto su quelle inerenti al centro della costa di Lido, zona frequentata da moltissima gente, che dunque insorgerà. Ecco perché esprimo la mia solidarietà agli imprenditori. Operatori economici che investono fior di quattrini e poi assistono ad atti di fronte a cui si resta interdetti. Sono sicuro che il sindaco non sia al corrente di tutto, ma deve bloccare subito questo scempio. Faccia quindi applicare la legge, ripristini in altri termini una situazione di legalità. Mi chiedo allora se sia vietato parlare di sicurezza e legalità?”. A seguire le conclusioni di Sergio Abramo: “Oggi noi parliamo delle variazioni di bilancio, laddove emergano delle necessità. Siamo di fronte a un assestamento, non a un bilancio di previsione. Le Partecipate, ad esempio, ogni anno nel mese di novembre vengono portate all’attenzione degli organi competenti e le valutazioni fatte vengono poi trasfuse nel bilancio. Riguardo ai lavoratori della Catanzaro Servizi, dico poi che a loro non possiamo dare una tutela politica. Sui debiti fuori bilancio, poi, non esternalizziamo più le pratiche e la affrontiamo con le nostre strutture, anche perché non intendiamo pagare risarcimenti per più membri di una famiglia caduti nella stessa buca. Senza contare che non vogliamo più transigere. Sui quartieri, il sistema idrico, la rete del gas, i rifiuti, che a ottobre determineranno una situazione di crisi con la chiusura della discarica di Crotone, e la serie di altri interventi da fare, vi dovete ricordare che il bilancio è fatto di spese fisse e noi abbiamo fatto quello che potevamo. Bisogna inoltre essere rapidi su alcuni temi chiave della Sanità,altrimenti perderemo una partita decisiva”



CONTENUTO SPONSORIZZATO
ULTIMISSIME
CONTENUTO SPONSORIZZATO