Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
CONTENUTO SPONSORIZZATO
http://www.catanzaroinforma.it
http://www.catanzaroinforma.it
MUSICA E SPETTACOLO

Festival d'Autunno con Bertè, Toquinho, Cammariere e Bollani (VIDEO)

Presentati in una conferenza stampa i quattro eventi musicali della rassegna curata da Antonietta Santacroce. Sarà omaggio ad Alma brasileira

Festival-d-Autunno-con-Bert-Toquinho-Cammariere-e-Bollani-VIDEO
Venerdì 10 Agosto 2018 - 16:23

Sarà un omaggio all’Alma brasileira il tema delle sedicesima edizione del Festival d’Autunno presentato stamattina presso la Camera di Commercio dal direttore artistico Antonietta Santacroce. Dopo l’esperimento estivo dello scorso anno, si torna all’antica. Quattro gli eventi musicali al centro del programma che si terranno al Teatro Politeama: il 20 settembre Loredana Bertè, la vera regina del pop rock italiano; il 6 ottobre Toquinho, un mito vivente per la sua produzione variegata e di successo; il 27 ottobre Sergio Cammariere, musicista raffinato e ormai apprezzato anche fuori dai confini nazionali; la conclusione sarà affidata al pianista jazz Stefano Bollani, che dopo una tournée da sold out in Sud America e in Europa presenterà a Catanzaro il nuovo progetto “Que Bom”. Tutti concerti proposti come unica  data in Calabria che saranno introdotti dal prologo del 30 agosto con Eifeto Brasil Trio nel chiostro del Complesso San Giovanni, originale excursus sulla musica brasiliana. “Un Festival che continua a proporre appuntamenti di grande qualità – ha commentato Antonietta Santacroce - e che, oltre ai grandi eventi, intende coinvolgere il pubblico attorno ad appuntamenti culturali sul tema al centro di questa edizione. Il Brasile nasce come paese multiculturale e per anni è stato terra di emigrazione, ma da qualche tempo è diventato sempre più terra di accoglienza. Un parallelismo con la Calabria che percorreremo con coloro che sul territorio vivono le esperienze legate all’integrazione e al protagonismo solidale”. Conferenze, proiezioni, master class e visite guidate arricchiranno, dunque, il programma della kermesse mettendo al centro alcuni dei luoghi identitari del centro storico: il Complesso San Giovanni, Palazzo Fazzari, l’oratorio del Carmine, la Biblioteca De Nobili e il Marca. “Continueremo a perseguendo un altro obiettivo del festival – ha aggiunto la direttrice – che è quello di far conoscere un patrimonio culturale a molti ignoto e promuovere anche artisti e professionisti calabresi”-

Alla conferenza stampa non è mancata la consueta presenza dei partner istituzionali. Ad intervenire per primo il “padrone di casa”, il presidente della Camera di Commercio di Catanzaro, Daniele Rossi: "Il Festival oggi è una realtà importantissima tra gli appuntamenti culturali in Calabria. Iniziative di qualità come questa, in cui oltre ai grandi concerti sono previsti momenti gratuiti di confronto e divulgazione su attualità e patrimonio locale, fanno capire quanto possa la cultura far bene all’economia e alla crescita globale del territorio”. L’assessore alla cultura Ivan Cardamone, sottolineando la decisione della giunta Abramo di istituzionalizzare l’evento, ha affermato che “lo sforzo della pubblica amministrazione deve andare sempre di più nella direzione di mettere a confronto e in rete le tante iniziative private e di qualità che contribuiscono a generare un indotto importante per la città”. Il presidente della Provincia, Enzo Bruno – che ha ribadito il ritorno di Settembre al Parco che anticiperà l’inizio del Festival d’Autunno – ha aggiunto che “le istituzioni, superando barriere e steccati ideologici, hanno saputo mobilitarsi ed impegnarsi in maniera concreta per costruire una rete di rapporti sinergici che hanno fatto di Catanzaro punto di riferimento culturale della regione”. L’assessore regionale alla cultura, Maria Francesca Corigliano, ha chiuso gli interventi sottolineando il valore aggiunto della manifestazione: “Il Festival d’autunno si caratterizza per l’attenzione data alla comunicazione come strumento fondamentale di promozione turistico e culturale. Un obiettivo che si sposa con l’impegno assunto dalla giunta regionale nel sostenere gli eventi storicizzati attraverso un finanziamento triennale che ha consentito agli operatori di poter far fronte alle esigenze di programmazione premiando gli sforzi di un territorio molto attivo come quello di Catanzaro”.

Tutte le informazioni sul programma e sulle prevendite sono consultabili sul sito internet www.festivaldautunno.com.

Domenico Iozzo



CONTENUTO SPONSORIZZATO
ULTIMISSIME
CONTENUTO SPONSORIZZATO