Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
CONTENUTO SPONSORIZZATO
mailto:commerciale@catanzaroinforma.it
http://www.catanzaroinforma.it
POLITICA

Metro, Sala 365: 'Lo snodo per Dulcino? Illogico e dispendioso'

L'associazione si interroga su alcune scelte legate al nuovo mezzo di trasporto in costruzione destinato a rivoluzionare in positivo la mobilità in città 

Metro-Sala-365-Lo-snodo-per-Dulcino-Illogico-e-dispendioso
Domenica 08 Settembre 2019 - 16:7

I lavori per la metropolitana di superficie, tanto pubblicizzata dalla attuale amministrazione e tanto attesa dai cittadini, stanno andando avanti. La metropolitana di superficie potrebbe rappresentare un importante anello, forse il più importante, nella politica di “ricucitura” del vasto territorio della nostra amata città, rendendo più snelli e immediati i collegamenti tra i vari quartieri, in particolari i quartieri della zona sud. Le legittime aspettative, da parte di tutti i cittadini, sono notevoli, così come grande è l’entusiasmo che si respira nei quartieri di Sala, Campagnella, S. Maria, Corvo, Aranceto e Marina. Grande plauso quindi agli amministratori che hanno saputo, in questa occasione come anche in altri circostanze, interpretare il sentire comune dei cittadini, ben al di là di biechi e miopi interessi personali e/o di amici. C’è però un particolare che ci lascia perplessi'. A parlare è Francesco Pristerà presidente dell'associazione Sala 365.

'La stazione di Catanzaro Sala, da almeno un decennio, - proseguono dall'associazione - è stata dismessa per fare posto alla nuova stazione di Germaneto. E’ superfluo ricordare il valore storico, oltreché affettivo, di questa stazione che negli anni trascorsi ha rappresentato un punto di riferimento e un fiore all’occhiello per i residenti ma anche per tutta la città e le istituzioni. Per la sua naturale posizione, la vicinanza alla stazione delle Ferrovie della Calabria nonché alla funicolare di Catanzaro, da poco riattivata, potrebbe rappresentare il naturale punto di snodo per la metropolitana di superficie in costruzione.

Si è optato invece per un’altra soluzione, cioè attrezzare come snodo la stazione di Dulcino. A nostro parere questa ultima soluzione, snodo a Dulcino, è illogica e dispendiosa rispetto a quella, più semplice, intuitiva e razionale, che vede la riqualificazione della dismessa stazione di Catanzaro Sala, già individuata negli anni passati come naturale e ottimale punto di snodo, mentre Dulcino - affermano -  potrebbe restare come semplice fermata, consentendo così notevoli risparmi, sia in termini economici che di tempo. Infatti la costruzione ex novo di un punto di snodo è molto impegnativa sotto l’aspetto economico e temporale. Ci vorranno perdonare gli amministratori e gli addetti ai lavori, ma noi non riusciamo a capire il perché di queste scelte, effettuate senza consultare i rappresentanti del territorio.

A tutta prima verrebbe da pensare che ci siano interessi, altri e diversi dall’end point primario, che dovrebbe essere quello di realizzare un’opera di ricucitura dei quartieri, utile e attesa da sempre dai cittadini. Qualcuno insinua che i lavori insistenti sull’area Dulcino permetterebbero di riqualificare una zona attualmente di scarso valore commerciale, e che i proprietari dei terreni della zona abbiano interesse a ché tale riqualificazione si verifichi al più presto. Noi, per nostra cultura, aborriamo tale ipotesi il cui sol pensiero ci ripugna, ma il venticello diventa sempre meno debole. Gli amministratori e/o gli addetti ai lavori  - concludono - sapranno sicuramente e immediatamente fugare tali biechi retropensieri e quindi confidiamo in una sollecita precisazione da parte loro'.



ULTIMISSIME