Giovedi, 24 gennaio 2019 ore 13:05  feed rss  facebook  twitter
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
SPORT

Le magliette di Catanzaro-Avellino all'asta per acquistare defibrillatori

Nuova 'puntata' del progetto Cuore Batticuore - Piermario Morosini. Otto defibriilatori saranno consegnati a fine mese

Le-magliette-di-CatanzaroAvellino-all-asta-per-acquistare-defibrillatori
Sabato 04 Maggio 2013 - 23:41

Otto defibrillatori che saranno consegnati il 27 maggio ad associazioni, palestre, scuole del territorio della provincia in aggiunta a quello già a disposizione da alcuni mesi del settore giovanile delle Aquile. Risultati concreti per la campagna Catanzaro città cardioprotetta che ha preso il via lo scorso novembre. L’iniziativa è dell’associazione Live Onlus e rientra nel progetto Cuore Batticuore - Piermario Morosini - Un Defibrillatore per la vita che si occupa proprio di raccogliere fondi per acquistare questo preziosi strumenti che se utilizzato tempestivamente e al meglio sono in grado di strappare alle morte da attacco di cuore molte persone. L’iniziativa si rinnova domani in occasione del match tra Catanzaro e Avellino con le modalità illustrate nel corso di un conferenza stampa a cui questo pomeriggio hanno preso parte i medici Giuseppe Gualtieri e Franco Ceravolo (cardiologo) dello staff medico delle Aquile, da Andrea Zalamena presidente di Live e dal calciatore Alberto Quadri testimonial dell’iniziativa. Le magliette indossate dai giocatori nel match di domani saranno messe all’asta: l’incasso sarà devoluto a Live per l’acquisto di nuovi defibrillatori.

“Si tratta di un progetto su cui lavoriamo da un anno – ha detto il medico sociale del Catanzaro Gualtieri – l’obiettivo che ci siamo posti è quello di mettere sempre più  gente in condizione di intervenire in caso di emergenza.  Importante la formazione di “laici” che siano capaci di utilizzare un defibrillatore”.”Sono stati 243 i decessi improvvisi di origine  cardiache in provincia di Catanzaro nel 2012 – ha aggiunto poi il medico cardiologo Ceravolo – numeri elevati. La presenza di defibrillatori può ridurli. Occorre organizzare una catena di sopravvivenza rispetto alla morte improvvisa. Questo progetto non si sarebbe mai realizzato senza l’entusiasmo di una società, quella del Catanzaro, che l’ha appoggiato pienamente”.

Alberto Quadri si è detto sicuro che la gente risponderà al richiamo di Live “come ha fatto già in precedenti occasioni”. Il presidente della onlus Zalamena ha invece ricordato che i defibrillatori saranno donati solo alle strutture in cui sarà stata svolta una adeguata formazione. Questi i beneficiari degli otto defibrillatori che saranno donati il 27 maggio (scelti tra coloro i quali hanno fatto domanda): Galluppi Catanzaro, Istituto Minorile, Liceo Siciliani,  I Gabbiani Santa Caterina, Fun Sport Sellia Marina, scuola Pascoli Aldisio, Enzo Ferrari Chiaravalle, Don Milani.

 




ULTIMISSIME
Vibonese vs Catanzaro
Giovedì 24 Gennaio 2019