Venerdi, 22 febbraio 2019 ore 04:12  feed rss  facebook  twitter
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
SPORT

Salernitana-Catanzaro finisce 0-0, il tabellino

Ottimo punto per i giallorossi all'Arechi

LE FOTO

SalernitanaCatanzaro-finisce-00-il-tabellino
Domenica 23 Marzo 2014 - 10:58

SALERNITANA-CATANZARO 0-0

SALERNITANA (4-2-3-1): Gori; Scalise, Bianchi, Tuia, Piva; Perpetuini (40’ st Montervino), Pestrin; Foggia, Fofana (19’ st Gustavo), Volpe (30’ st Mounard); Mendicino. A disp: Iannarilli, Pasqualini, Ampuero, Ricci. All. Gregucci

CATANZARO (3-4-1-2): Bindi, Rigione, Vitiello, Ferraro; Marchi, Vacca, Benedetti, Sabatino (25’ st Catacchini); Russotto; Germinale, Fioretti (11’ st Madonia). A disp: Scuffia, Bacchetti, Casini, Morosini, Martignago. All. Brevi.

Arbitro: Cifelli di Campobasso (Raspollini/Sgheiz)

NOTE. Angoli: 6-4. Ammoniti: Foggia, Tuia, Pestrin, Perpetuini (S), Sabatino, Benedetti, Ferraro (B). Espulso: Vacca al 48’ st per doppia ammonizione. Recupero: 1’ pt, 7’ st. Spettatori: 8.166 compresi abbonati di cui 500 circa provenienti da Catanzaro.

 

Un punto d’oro quello raccolto dal Catanzaro all’Arechi di Salerno. Finisce senza reti un match per gran parte giocato sotto la pioggia e in cui i giallorossi hanno sfoderato la solita superba prestazione in fase difensiva mostrando comunque anche i questo caso i già ampiamente conosciuti limiti offensivi, davanti a 8000 spettatori centinaia dei quali tifosi del Catanzaro Sofferenza nella prima frazione di gioco con Fofana in almeno due occasioni in grado di rendersi pericoloso anche se l’occasione più ghiotta per i granata arriva sui piedi di Mendicino che si trova a tu per tu con Bindi e si fa ipnotizzare dal numero uno giallorosso anche oggi provvidenziale. Ripresa più difficile per entrambe le squadre. Con il terreno pesante alta percentuale di passaggi sbagliati. Il predominio salernitano diventa più sterile e i giallorossi riescono persino a sfiorare la segnatura poco prima della mezzora su azione di calcio d’angolo battuto da Russotto. Su azioni simili i giallorossi avevano fatto proprie le gare con Perugia (testa di Marchi) e Grosseto (guizzo di Sabatino) sempre da corner. Stavolta però la correzione di Rigione in leggera elevazione termina a lato. Il difensore scuola Inter si riscatta pochi minuti dopo vincendo un uno contro uno con Mounard che si era involato da solo verso Bindi in una classica e potenzialmente letale ripartenza. Nel finale Vacca si becca una  seconda ammonizione per simulazione e guadagna gli spogliatoi con qualche minuti di anticipo causa cartellino rosso. Finisce quindi 0-0. Aquile ancora al quarto posto (ora in condominio con l’Aquila) a cinque gare dalla conclusione e con alle spalle un altro insidioso scontro diretto.




ULTIMISSIME
A Squillace Borghi in MoVimento
Giovedì 21 Febbraio 2019