parafiso skin
Sabato, 15 dicembre 2018 ore 02:19  feed rss  facebook  twitter
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
SPORT

Tim Cup: Catanzaro-Akragas 2-0. Aquile al secondo turno

Giallorossi di inizio stagione. In rete Martignago e Silva Reis. Ora la Ternana .

VIDEOSINTESI E VIDEOINTERVISTE

LE FOTO DELL'INCONTRO

Tim-Cup-CatanzaroAkragas-20-Aquile-al-secondo-turno
Domenica 10 Agosto 2014 - 22:19

CATANZARO-AKRAGAS 2-0

Marcatori: 26' pt Martignago. 26'st Silva Reis

Catanzaro(4-2-3-1): Scuffia; Daffara, Rigione, Ricci, Di Chiara; Vacca, Pacciardi; Pagano (36st'Russotto), ilari (40'st Maiorano), Martignago, Fofana (22'st Silva Reis) A disposizione: Bindi, Orchi, Calvarese, Squillace Allenatore: Moriero

Akragas (4-3-3): Pentimone, Leanza (36'st Marino), Vindigni, Chiavaro, Bonaffini, Aprile (28'Trofo),  Conti, Assenzio; Savonarola, Arena D. Arena N., Conti A disposizione: Lo Monaco, Cannone, Castaldo, , Pierini, Giordano , Butticè, Grova Allenatore: Betta

Arbitro: Boggi di Salerno

Note: Serata calda. Spettatori 3000 circa. Una decina i tifosi provenienti da Agrigento. Ammoniti: Assenzio (A). Aprile (A). Marino (A) Recupero: 1'+ 3' Angoli 4 a 4

 

Un Catanzaro con un bel cartellone ‘Lavori in corso’ in evidenza supera il primo turno di Tim Cup regolando con un gol per tempo l’Akragas. Aquile non esaltanti, ma è ancora calcio d’agosto. Ci sarà tempo e modo di crescere. Intanto i giallorossi, che si godono comunque le ottime performance di Pagano e Martignago, si regalano una sfida da serie B nel secondo turno di Coppa il prossimo 17 agosto con la Ternana

La cronaca: Giallorossi rimaneggiati per l’assenza di pilastri del calciomercato come Kamara (in attesa di transfer) e Barraco. Quest’ultimo come Morosini e Ferraro, anche loro out, lamenta qualche problema fisico. Panchina per Russotto e Bindi per scelta tecnica. Di fronte un Akragas per nulla intimorito anche se la prima fase di gara è assai scialba.

Al dodicesimo interessante pallone in area sui piedi di Fofana in che perde l’attimo buono per tirare a rete, nella prosecuzione ci sarebbe una spintarella nei confronti dell’attaccante di colore ma per l’arbitro Boggi non è rigore. Al 23esimo al termine di una elaborata azione  scaturita da calcio d’angolo prova la conclusione da fuori area Ilari in posizione decentrata, ne esce un tiro-assist tutt’altro che irresistibile. Al 26esimo il Catanzaro passa in vantaggio con Martignago abile a correggere di testa un suggerimento di Pagano al termine di una azione partita da Pacciardi che aveva recuperato abilmente la sfera a metà campo. La rete non sveglia i giallorossi sono invece i siciliani a sfiorare il gol alla mezz’ora con Conti. Sul finire  del tempo contestato fallo di Daffara su Daniele Arena al limite con l’altro Arena, Nicola, che non riesce a sfruttare al meglio il calcio di piazzato.

In avvio di ripresa guizzo di Pagano: pesca in area Ilari che per poco non fulmina Pentimone. Sul capovolgimento di fronte Scuffia si supera  deviando in corner, un destro insidioso di Daniele Arena. Più Akragas in questo frangente.  All’undicesimo Conti prova a servire in area Chiavaro che arriva un attimo in ritardo sulla sfera. Al sedicesimo si fa vedere il Catanzaro in attacco: discesa di Martignago sulla sinistra che deposita un pallone allettante in area, non ci arriva né Fofana  né nessun altro.  Simile la trama di gioco cinque minuti dopo: stavolta è Di Chiara a crossare con Pagano che però riesce a colpire di testa: di poco a lato.

A metà frazione s’infortuna Fofana, al suo posto Silva Reis. E’ lui al 26esimo a raddoppiare battendo da due passi il portiere siculo su assist di Martignago. Il brasiliano ex Prato si divora il 3-0 al 35esimo quando si trova a tu per tu col portiere agrigentino: Daffara lo aveva pescato in area dopo verticalizzazione sulla destra. C’è il tempo nel finale per una punizione dal limite di Russotto respinta di pugno dal numero uno dell’Akragas. Finisce 2-0. 

R.T.




ULTIMISSIME
Riccio: 'Più luci di Natale per tutti'
Venerdì 14 Dicembre 2018