Venerdi, 24 maggio 2019 ore 20:14  feed rss  facebook  twitter
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
CatanzaroInforma.it
SCUOLA E UNIVERSITA'

Caso Caruso, studenti sociologia: Non accettiamo alcuna interferenza

"L'università non appartiene ai politici o alle forze dell'ordine"

Caso-Caruso-studenti-sociologia-Non-accettiamo-alcuna-interferenza
Sabato 17 Gennaio 2015 - 11:37
Riceviamo e pubblichiamo lettera firmata:
 
"Da quale pulpito? Un gruppo di studenti di sociologia non accetta le dichiarazioni del presidente del consiglio comunale Ivan Cardamone (Forza Italia) e del COISP, sindacato della polizia su un professore della facolta', Francesco Caruso. Il primo arrogandosi il diritto di parlare in termini istituzionali, delegittimando l'autonomia  universitaria e invadendo un campo che non gli compete non fa capire bene cosa intenda per "legalità" e "buon senso". Forse si riferisce ai numerosi casi di scandali: clientelismi, compravendite di voti, raccomandazioni, corruzione, giri d'affare di ogni genere  che continuano a investire membri di tale finta politica? Vogliamo ricordare il cosiddetto "modello Catanzaro, le risse tra il sindaco Abramo e il consigliere Lomonaco,  le escort di quest'ultimo, la nomina politica di Siciliani a capo dell'AMC. O forse si riferisce ai consiglieri e collaboratori fascisti dentro al Comune? Di mancanza di "buon senso" possiamo parlare rispetto all'invito dello stragista Delle Chiaie nelle sale provinciali nel 2012. Rispetto al Coisp, che dire? Non ci sconvolge sapere che il sindacato della polizia, rappresentante delle forze dell'ordine veda come ostile la presenza di un professore che ha sempre seguito percorsi critici e radicali nella sua vita di uomo e di ricercatore. Quando parla di Genova e No global dovrebbe pensare di più all'omicidio e alle torture degli agenti di polizia e di meno a chi quei giorni li ha vissuti dalla parte della giustizia, dell'uguaglianza e del cambiamento; la violenza vera, come denunciato da Amnesty International e dal Parlamento Europeo, e' stata quella della sospensione dei diritti dell'uomo durante il G8 di Genova,  nelle piazze e nelle caserme  da parte delle forze dell'ordine, le torture e i massacri nella caserma di Bolzaneto e nella scuola Diaz. Lo scopo che la nostra facolta', in particolare a Catanzaro, assolve è  proprio questo: fornire gli strumenti per criticare lo status quo verso orizzonti migliori per ridare vita al concetto di politica, quella che parte dai cittadini in maniera orizzontale per la gestione del bene comune, sostituita da affari privati per interessi privati. Ribadiamo che l'universita' non appartiene ai politici o alle forze dell'ordine e non accettiamo interferenze di questo genere, inconcepibili in una comunita' politica che si rispetti. La democrazia non esiste, non qui: studiamo e poniamo le radici per costruirla". 
 
Assemblea studenti di Sociologia
 



ULTIMISSIME
Turismo, campagna straordinaria Cgil
Venerdì 24 Maggio 2019
Petronà, basta buche sulla strada
Venerdì 24 Maggio 2019