Cavallaro: Nessun tradimento, scelta coerente con la mia storia politica

Così il neo assessore sulle sue dimissioni Udc IL RAMMARICO DI MAZZOTTA

Più informazioni su


     

    “Per la correttezza e la coerenza che ha sempre distinto il mio operato in politica intendo fare delle precisazioni. Le mie dimissioni dal partito UDC rappresentano l’atto finale  di un processo che è maturato e si è consumato  durante tutto l’ultimo anno”. E’ quanto afferma in una nota stampa Rita Cavallaro. “Insieme agli amici con cui ho rassegnato le dimissioni ho intrapreso un cammino diverso rispetto a quello tracciato dal partito, verso il centro- destra, decidendo di votare per il sindaco Abramo alle ultime elezioni amministrative a Catanzaro ed anche a seguito della sentenza del TAR che  imponeva di rivotare in otto sezioni. La scelta di votare per il sindaco Abramo  non è stata certo un tradimento da parte mia,  piuttosto  si  è trattato di una scelta coerente con la mia storia politica e soprattutto fatta per il bene della città, l’unica ragione che ritenevo e ritengo fondamentale.  E’ di dominio pubblico e non è mai mancata da parte mia occasione per ribadire il mio dissenso, apertamente, all’interno e fuori dal comitato cittadino e il mio disagio, anche con i vertici, rispetto alle scelte operate, al riguardo, dall’UDC. Coerentemente con la decisione presa e venuto meno il dialogo all’interno del partito, sempre più proiettato in antitesi al centro-destra, ho rassegnato le dimissioni insieme a Gianni Maida e Felice Sità.

    Appare  molto ingeneroso  ed inopportuno il segretario provinciale dell’UDC e di corta memoria quando dimentica, tra le tante cose, che gli amici “visti solo due volte”  Gianni Maida e Felice Sità si sono candidati alle amministrative per appoggiare, nel 2011, Michele Traversa contribuendo all’elezione di due consiglieri ed all’entrata di un assessore in giunta, o altresì quando egli stesso ha nominato suo vice lo stesso Gianni Maida. Ma forse questo l’avrà fatto per regalare visibilità??? Quanto alla sottoscritta- prosegue la Cavallaro –  gli anni di militanza e di fedeltà nonché di lavoro sul territorio per il partito dell’UDC, mossa sempre da grande passione e spirito di servizio, iniziato ancor prima dell’ingresso, dell’attuale segretario provinciale, è cosa nota a tutti e non ha certo bisogno di essere ribadita. Tutto questo rumore evidentemente sottolinea l’importanza ed il peso del  gruppo dimissionario….     

     L’opportunità di ricoprire il prestigioso incarico affidatomi dal sindaco Abramo, si è verificata successivamente e del tutto indipendentemente rispetto alla decisione, già presa, di lasciare il partito dell’UDC per i motivi sopradetti. Proprio per questo- conclude la nota .  è opportuno ribadire che il mio coinvolgimento nella giunta comunale non vuole essere alcuna presa di posizione nei confronti di nessuno ma ha  come unico obiettivo, con la coerenza e la serietà che mi ha sempre distinto, di vedermi impegnata insieme a tutta la squadra presente in giunta, a fianco del sindaco Abramo, per fare ripartire la mia città”.

    Più informazioni su