‘Contribuisca anche Olivo a superare l'attuale fase di decadimento dei confronto politico’

Il sindaco Abramo: nel mio intervento nessuna traccia di accuse di natura personale, solo una legittima rivendicazione dei risultati ottenuti

Più informazioni su


    Il sindaco Abramo ha risposto, con una nota, all’on. Rosario Olivo sui lavori del Consiglio Comunale.

    “Invito l’on. Olivo a leggere la trascrizione integrale del mio intervento in Consiglio Comunale: non troverà traccia di accuse di natura personale o riferimenti offensivi a persone. Ho evitato accuratamente di personalizzare il ragionamento.  Ho semplicemente sottolineato, con un inevitabile riferimento al passato, i risultati che credo di avere ottenuto sul piano dei risparmi e del contenimento delle spese, sottolineando una serie di anomalie che si sono registrate nelle società cosiddette “partecipate”.

    Non capisco il motivo del risentimento dell’on. Olivo al quale ho sempre confermato la mia stima e il mio rispetto per la sua storia politica di presidente della Regione, di deputato e uomo di governo, di sindaco della Città.

    Relazionare alla città, in un momento così delicato, sui risultati ottenuti nel risanamento del bilancio e delle società partecipate era mio dovere. Sono sicuro che l’on. Olivo sarà il primo a rallegrarsi – tanto per fare un esempio – del fatto che il costo delle assicurazioni dei mezzi dell’Amc sia sceso da un milione e mezzo all’anno a meno di 500mila euro.

    Quanto allo sgradevole, almeno per me, paragone sul costo dello staff del sindaco e delle spese di rappresentanza, si è reso purtroppo necessario a causa della martellante campagna mediatica condotta dal suo stesso partito su questo argomento: accusato di avere ampliato il mio staff, ho semplicemente fatto notare di avere ridotto del 60% le spese per i collaboratori e del 75% le spese per missioni, contributi, etc. rispetto al passato. Ho anche detto che non di non volere entrare nel merito della legittimità delle scelte operate dai miei predecessori, né mi sono permesso di esprimere giudizi sulle capacità e sui curriculum di congiunti dell’on. Olivo”.

    Approfitto di questa spiacevole polemica per chiedere anche all’on. Olivo, come uomo che ha rappresentato al più alto livello le istituzioni, di contribuire a superare una fase di decadimento del dibattito politico nella nostra città, dove ormai si vive una sorta di campagna elettorale permanente basata sulla rissa, sullo scandalismo e sui rinfacci”.

    Più informazioni su