Quantcast

Chiefalo (Lega): ‘Sinistra mercifica l’immigrato’

Secondo il coordinatore provinciale nelle critiche al decreto Salvini diverse contraddizioni


Ieri si è svolto l’incontro pro Sprar al quale hanno partecipato sedici comuni ed il presidente della Provincia di Catanzaro. Leitmotiv, neanche a dirlo, la contrarietà al Decreto Salvini. Lo ricorda Antonio Chiefalo, coordinatore provinciale della Lega – Salvini Premier, Catanzaro. Non è questa la sede per discutere il provvedimento -che tuttavia viene attaccato sull’unica fissazione che ha portato la sinistra a schiantarsi, ossia l’immigrazione- e ciò che emerge ancora una volta è il disarmante scollamento rispetto agli elettori. La stessa “sinistra kamikaze” si pone infatti contro il nuovo sistema di regolazione dell’accoglienza che finalmente asseconda la volontà degli italiani creando discontinuità rispetto al dannosissimo passato. La perdita di posti di lavoro, prosegue Chiefalo, e la crisi dell’indotto (sic!); l’asserita inumanità dell’Italia e la scuola che senza immigrati rischia di chiudere… Questi i temi sui quali “PD e similari” poggiano la loro invettiva contro Salvini, senza accorgersi che così opinando il migrante è semplicemente mercificato… Contraddizione! Occorre tornare ai fondamentali. E dunque, cara sinistra, ti chiedo: hai provato a domandare ai cittadini se sono d’accordo con il sistema Sprar? Hai provato ad interrogare la popolazione sulla questione immigrati? Lo scorso 4 marzo ti ha lasciato qualcosa? Ecco la frattura tra le aspettative della popolazione e la “filosofia” sostenuta da una politica elitaria di sinistra che ha letteralmente perso la bussola e che non è capace di leggere il bisogno della gente. Una sinistra in corto circuito che non riesce a scendere dalla sedia elettrica sulla quale è spontaneamente salita. Evapora… ce ne sbarazzeremo presto. Intanto domani sarà sfrattata dalla Provincia e tra qualche mese sloggiata dalla Regione passando dalla batosta che prenderà alle Europee. E non si dica che non l’avevamo avvertita… Bye bye…