Quantcast

Catanzaro, Sibilia: ‘In galera chi fa accordi politico-mafiosi'(VIDEO)

Se un politico fa accordi con la criminalità organizzata prendendosi quei voti e viene scoperto, quel politico va in galera e si butta la chiave


“Il Governo del cambiamento ha dato un segnale importante a tutto il Paese, e lo voglio dire qui in Calabria, con l’approvazione della modifica della legge 416 ter che sostanzialmente dice questo: se un politico fa accordi con la criminalità organizzata prendendosi quei voti e viene scoperto, quel politico va in galera e si butta la chiave”. Lo ha detto il sottosegretario all’Interno Carlo Sibilia parlando con i giornalisti a conclusione di un incontro nella Prefettura di Catanzaro al quale hanno partecipato il prefetto Francesca Ferrandino, il questore Amalia Di Ruocco ed i vertici provinciali delle forze dell’ordine.

“Il concetto di legalità – ha aggiunto Sibilia – si ripristina separando i due piani, quello politico e quello criminale. Come Governo del cambiamento questo lo abbiamo fatto non solo nelle parole ma anche nei fatti. Abbiamo aumentato le pene per il 416 ter per chi si macchia di voto politico mafioso, mentre la vecchia politica si sedeva al tavolo con la ‘ndrangheta. In questa regione c’è da parte nostra e delle forze dell’ordine un’attenzione forsennata, totale, per quello che riguarda la legalità, ma non dobbiamo pensare questa terra come qualcosa che non è: c’è un fenomeno, la ‘ndrangheta, che deve essere attenzionato, eliminato e scrostato da quelle che sono delle contaminazioni culturali, rispettando la democrazia e quanto di positivo esiste”.