Quantcast

‘I nostri primi 5 mesi’ Abramo racconta la Provincia (VIDEO)

Tutte le cose fatte e le richieste che il presidente della Provincia Sergio Abramo ha fatto con maggioranza e opposizione

Più informazioni su


di Alessia Burdino

Dirigenti, staff, dipendenti e consiglieri di maggioranza ma, anche, d’opposizione: a loro va il primo grazie di Sergio Abramo, presidente della Provincia. La conferenza stampa dei primi cinque mesi del suo mandato alla guida dell’Ente intermedio inizia così. Abito gessato, cravatta rossa, microfono in mano, Abramo parla in piedi. A braccio. Con il supporto di slide contenenti numeri e schede. Si parte dai risparmi derivanti dalla dismissione dei fitti passivi: istituto da Vinci Lamezia Terme, Malafarina Soverato, Magistrale De Nobili Catanzaro, Siciliani di Catanzaro, archivio provinciale: per un totale di 842 mila euro. I risparmi sono derivati, anche, dall’installazione di contatori in strutture scolastiche in cui mancavano (risparmio di 100mila euro) e 50mila da Azienda Condoleo. Sono stati ripristinati impianti fotovoltaici mai attivati (Einaudi di Lamezia, Geometri Lamezia, Itc De Fazio Lamezia, Galluppi Catanzaro, Palazzo Provincia): per un risparmio di 90mila euro. 

Ampliamento Liceo Fermi di Lido

Previsto l’ampliamento del liceo Fermi di Lido (stanziati 800mila euro), ottenuti contributi di 1milioni e 2000 per adeguamento alla normativa antincendio di 12 edifici scolastici; presentata al Miur una richiesta di finanziamento di 1milione di euro per la progettazione dell’adeguamento normativo di ulteriori 8 scuole; creato il sito “La Provincia risponde” che consente ai dirigenti scolastici di confrontarsi con l’ente; nuovo volto per l’auditorium dell’Istituto magistrale Campanella di Lamezia Terme – investiti 50mila euro; approvazione piano manutenzione ordinaria edifici scolastici per il triennio 2019/2022 – stanziati 800 mila euro. 
Abramo snocciola dati. Ringrazia il vicepresidente Antonio Montuoro per l’aiuto che gli dà nel controllo e monitoraggio del territorio. 
Una parentesi. Poi, di nuovo, a capofitto su numeri e lavori. 

Ristrutturazione uffici Prefettura

Avviate le procedure di progettazione per ristrutturazione immobile uffici Prefettura, 4milioni. Aggiudicati i lavori per l’intervento di miglioramento sismico della sede del comando provinciale dei vigili del fuoco, 2milioni e 950 mila euro. Via libero al regolamento per l’acquisizione dei lavori e forniture di importo inferiore alla soglia comunitaria; redatto il regolamento per la concessione del gratuito patrocinio; aggiornato il prezziario lavori pubblici. Via libera alla piattaforma telematica delle gare; costituito, per la prima volta, l’albo degli operatori economici per l’affidamento dei lavori pubblici. 

Fondi comunitari per gli 80 comuni

Lo sportello Europa, il nuovo strumento a sostegno degli 80 comuni per la gestione dei fondi comunitari; tutto pronto per l’attivazione della stazione unica appaltante che supporterà i comuni nella gestione dei grandi appalti. Il dirigente De Vinci se ne occuperà inizialmente. Saranno, comunque, indetti dei concorsi per assumere nuove risorse umane. 
La pianta organica. Nominati nuovi dirigenti; costituite tre macrostrutture (area finanziaria, amministrativa, tecnica); pianificati nuovi concorsi. Già dalla prossima settimana partirà l’iter sia dei concorsi che della stabilizzazione dei lavori part time a full time. 

Approvazione per opere pubbliche 

Approvato il piano triennale lavori pubblici 2019/2021 (edilizia 29 milioni; patrimonio 13 mln; viabilità 13 mln per un totale di 56 milioni). Si aggiungono una serie di opere pubbliche che stiamo portando avanti: il ponte di Gimigliano, la rotatoria di Marcellinara, rotatoria per Sersale, le tre rotatorie su Catanzaro, ponte di Martirano: solo per citarne alcuni). 
Riaprire Germaneto – Catanzaro Lido entro fine mese: questo è un obiettivo primario. Per Sellia è partita la progettazione per sp25; partiti i lavori per la Medio – Savuto; al via il programma per la piccola manutenzione; interventi per manutenzione straordinaria (barriere sui ponti, soprattutto), ripristino zona alluvionata San Pietro Maida – Curinga, risanamento provinciale Satriano. Altri finanziamenti si stanno richiedendo alla Regione al fine di investirli su altre arterie. Richiesto al Miur un finanziamento di quasi 4 mln per le scuole. In questa idea rientra il progetto per il Galluppi di Catanzaro da destinare a sede della facoltà di Giurisprudenza. Occorreranno 10mln di euro, ma su questo la Provincia lavorerà speditamente. 

Approvato il piano delle alienazioni

Per la prima volta saranno predisposti i bandi per vendita di immobili e terreni non utilizzati per un valore di circa 7mln euro; in corso la regolarizzazione catastale di parte degli immobili provinciali (parco ippico – si sta lavorando a dare la gestione del parco all’esterno -, Marca, polivalente Giovino); trasferimento di parte degli uffici comunali di Catanzaro nel Palazzo della Provincia per introito di 150mila annui. Conseguita l’agibilità della struttura sportiva di Giovino; censimento passi carrabili per il recupero dei canoni (introito previsto di circa 7mln). Rinnovo parco auto: acquisizione del servizio noleggio a lungo termine con dismissione di veicoli e furgoni obsoleti. Convenzione con Arpacal per monitoraggio e analisi depuratori provinciali; costituzione ufficio Ato di Catanzaro. 

Le richieste alla Regione

Il presidente Abramo ha proposto una modifica alla L.R. n. 416 richiedendo la delega alle Province di alcune materie strategiche di competenza regionale: ato, rifiuti, acqua, atem, servizio socio assistenziali, parchi, impianti sportivi, valutazione impatto ambientale, sportello europa, stazione unica appaltante. 

Restyling Parco Biodiversità Mediterranea

Il parco nella gestione di Michele Traversa – dice Abramo – è tornato a brillare. “Non ha avuto la manutenzione così come dove aveva averla” – chiosa il presidente. Prevista messa in sicurezza tre aree giochi; ripristinate strade verso valle mulini; ristrutturati impianti sportivi, acquistate auto elettriche, ristrutturati i bagni, impiego di detenuti nelle attività di restyling; ripristinata la pavimentazione tunnel delle rose, restauro panchine, realizzazione sistema Televideosorveglianza; messa in sicurezza infrastrutture: solo per citarne alcuni. 

“In soli cinque mesi – sottolinea Abramo – abbiamo avviato una piccola rivoluzione. Siamo la dimostrazione che se una squadra lavora bene si ottengono i risultati. La politica non si è divisa. Anzi. Personalmente mi considero un amministratore. Ci interessiamo poco di politica. Condivido con il vicepresidente la mission. Se oggi paghiamo lo scotto per avere una Regione Calabria che è l’ultima delle regioni d’Italia è perché questa regione non ha saputo programmare. Troppo spazio è stato lasciato alla politica. Poco è stato lasciato alla competenza e ai bravi amministratori. Il lavoro che dà risultati si ottiene lavorando sodo evitando di andare in giro e fare rappresentanza”. 

La Provincia di Sergio Abramo si candida a divenire una Provincia da prendere d’esempio. Abramo saluta ed annuncia, insieme al vicepresidente, che nella prossima settimana saranno affidate le deleghe ai consiglieri provinciali. Come? E’ presto detto: “Le deleghe saranno conferite ai singoli consiglieri. Ma le decisioni su tutte le materie saranno adottate in maniera collegiale. 

Più informazioni su