Quantcast

‘Un raggio di sole’: ‘Si rivedano i pass a disabili deceduti’

L'associazione denuncia l'utilizzo dei permessi rilasciati ai disabili da parte dei loro parenti


“Quando vengono affrontati  problemi come quelli della disabilità nella città di Catanzaro, da molto tempo trascurati, sono azioni meritevoli ma non più rinviabili”. Lo scrive in una nota l’Associazione di Volontariato  “Un raggio di sole”.

“L’approvazione del nuovo regolamento per il rilascio dei pass per la sosta  delle auto delle persone diversamente abili, approvato  dalle due commissioni dell’Amministrazione Comunale, Affari Generali a guida di Fabio Talarico e Politiche Sociali con Manuela Costanzo – si legge nella nota – sono segnali alquanto positivi, e quindi un plauso a chi li ha promossi, ma non sono sufficienti per una città che scarseggia di parcheggi riservati ai diversamente abili.  

Noi come Associazione che si occupa, tra l’altro, dei trasporto dei disabili abbiamo più volte segnalato la carenza di parcheggi, e quelli che i sono, spesso occupati da altri mezzi non autorizzati. 
Inoltre, è consigliabile una rivisitazione dei permessi precedentemente rilasciati ad utenti, purtroppo deceduti, ma che i parenti spesso continuano ad usufruire dei pass, togliendo così la possibilità a chi ha veramente necessità.   

Non vogliamo fare i paladini della situazione, ma chi come noi, e a Catanzaro sono tante le Associazioni, giornalmente accompagnano anziani o diversamente abili in strutture pubbliche come: Scuole, Ospedali, Strutture Socio Sanitarie o Cliniche private, devono fare i conti, non solo con la corsa o la fortuna a trovare un apposito ed idoneo parcheggio, ma spesso con gente indisciplinata e prepotente. Quindi chiediamo più attenzione e vigilanza da parte delle istituzioni preposte”.