Catanzaro in Movimento: “I 5stelle? Tanto rumore per nulla”

La protesta organizzata ieri fuori dal Consiglio comunale, dove siedono persone che a differenza della Granato sono state elette, è stato il massimo del qualunquismo

“I veri nemici della città Capoluogo di Regione sono i cinquestelle”. Ad affermarlo è l’associazione Catanzaro in Movimento che in una nota scrive: ” La Masaniello di turno si chiama Bianca Laura Granato, senatrice probabilmente a sua insaputa, professoressa fortunata perché, nonostante i catanzaresi l’avessero sonoramente bocciata, si è ritrovata catapultata a palazzo Madama grazie al voto di opinione.

Altrimenti, se i cittadini-elettori avessero dovuto premiare il merito e le competenze, la senatrice avrebbe senz’altro ricevuto percentuali di preferenza pari allo zero, com’è accaduto alle elezioni comunali. Niente di più dovuto, visto che di difesa del Capoluogo, dalla sua privilegiata postazione, non ne abbiamo vista in questi anni nemmeno l’ombra. Ultimo, in ordine di tempo, il caso della sede regionale della Soprintendenza dirottata dal Movimento 5 Stelle a Crotone.

La protesta organizzata ieri fuori dal Consiglio comunale, dove siedono persone che a differenza della Granato sono state elette, è stato il massimo del qualunquismo: 50 contestatori in tutto e un’assenza alla quale siamo abituati, proprio quella della senatrice, che per fortuna sua ha potuto nascondersi nelle aule del Senato mandando avanti, suo malgrado, qualche mezza figura che lavora da portaborse di un altro parlamentare stellato che, almeno stavolta, ha avuto la buona idea di non farsi vedere in una manifestazione che è stata un flop.

Tanto rumore per nulla, proprio come la Granato, Francesco Mardente e i cinquestelle di Catanzaro”, conclude l’associazione.