Costanzo: “Nuovo liceo e Villa Bianca due sconfitte. Abramo brancola nel buio”

Il capogruppo di Fare per Catanzaro: "Abramo è stanco, la città è stanca di lui. E’ arrivato il momento che si riposi"

“La Waterloo di Abramo sull’ubicazione del nuovo liceo scientifico Siciliani,- scrive Sergio Costanzo Capogruppo FareperCatanzaro  sbugiardato e smentito dalla Regione, dall’Agenzia del demanio, dagli studenti e dai genitori, non è solo l’ennesima gaffe amministrativa del sindaco-presidente della Provincia. E’ qualcosa di più. E’ la dimostrazione che Abramo naviga a vista, anzi brancola nel buio, affronta i problemi della città con una superficialità e un pressapochismo che stupiscono per uno che governa da venti anni. Pensate al fantomatico Centro Covidregionale che doveva sorgere a Villa Bianca. L’epidemia è quasi finita e di questa “invenzione” di Abramo non c’è traccia. Doveva essere pronto in trenta-quaranta giorni. Fantasie, soluzioni pasticciate, incapacità amministrativa, perdite di tempo per ingannare la gente con continui spot elettorali.

Abramo è stanco, la città è stanca di lui. E’ arrivato il momento che si riposi, che torni a casa per dedicarsi alla sua amata bicicletta e ad altri hobby.

Quella del nuovo liceo scientifico Siciliani è una storia grottesca. Non si capisce quale mente abbia concepito il cambio di destinazione d’uso del nuovo liceo. Sicuramente è qualcuno che non ha molta dimestichezza con l’amministrazione pubblica, a giudicare dal pasticcio che ha combinato.

Abramo voleva rivitalizzare il centro storico ? Ma come potrebbe rivitalizzare un centro storico che proprio lui ha contribuito a terremotare in venti anni di gestione ? Anche l’isola pedonale di luglio è una trovata estemporanea, che non servirà a nulla, perché non è accompagnata da una programmazione. Gli stessi commercianti che dovrebbero essere i “beneficiati” di questa iniziativa, sono perplessi e delusi. Basterà qualche concerto per risollevare le sorti di imprese commerciali ridotte in ginocchio? Sono sicuro di no. Bisognava agire in profondità, sul costo degli affitti e su contributi a fondo perduto, sui benefit fiscali da attribuire a chi resiste eroicamente sul corso.

Abramo sta inanellando una sconfitta dietro l’altra. Il guaio che tutte le sue sconfitte sono un pugno allo stomaco per la nostra povera città.