Ratifica stabilizzazione precari Mater Domini: la soddisfazione del consigliere comunale Gironda

"E' stata scritta una pagina di buona politica"

Il consigliere comunale Francesco Gironda si è congratulato con tutte le organizzazioni sindacali e, in modo particolare,  con Sergio Maida e Antonio Curcillo della Cisl Funzione pubblica, per “il grande risultato ottenuto con la stabilizzazione dei precari dell’Azienda ospedaliero-universitaria Mater Domini”.

Gironda ha infatti sottolineato come “la ratifica del Piano del fabbisogno del personale dell’Azienda abbia finalmente portato a ciò che tutti speravano: dopo tanti incontri e riunioni, anche a livello regionale, la Cisl, d’intesa con gli altri sindacati impegnati in questa vertenza, è riuscita a dimostrare cosa significhi impegnarsi per il bene dei lavoratori”.

Gironda ha aggiunto: “Tutti i dipendenti fin qui precari nei prossimi giorni verranno chiamati dall’Azienda per firmare nuovi contratti a tempo indeterminato. Si tratta di un passaggio fondamentale su vari livelli, ma che è soprattutto una risposta concreta e seria sul piano del mantenimento dei livelli occupazionali, visto e considerato che questo intervento incide in modo assolutamente positivo sulla sicurezza economica di decine di lavoratori e delle loro famiglie. È stato – ha concluso Gironda – un lungo cammino che ha visto coinvolti, in maniera concorde e collaborativa, diversi soggetti politici, sindacali, sanitari e istituzionali. E ora che i lavoratori hanno potuto lasciarsi finalmente alle spalle un incubo vero e proprio posso tranquillamente dire che è stata scritta una pagina di bella politica”.

Gironda ha infine ringraziato per la sensibilità e disponibilità dimostrata “il commissario ad acta Saverio Cotticelli, il commissario delle due aziende ospedaliere catanzaresi Giuseppe Zuccatelli, il direttore amministrativo della Mater Domini, Giovanni Stroppa, il direttore sanitario della Mater Domini, Caterina De Filippo, e tutto il personale dell’ufficio Risorse umane dell’Azienda, che si sono mossi con massima celerità e attenzione”.