Comunali Girifalco: ai blocchi di partenza anche il M5S

Il candidato a sindaco è Luigi Antonio Stranieri

«Sarà presente anche una lista del Movimento 5 stelle alle prossime comunali d’autunno a Girifalco. La notizia della certificazione della lista, con candidato a sindaco Luigi Antonio Stranieri, è arrivata in mattinata ed è stata accolta con manifestazioni di giubilo ed entusiasmo da parte dei candidati consiglieri nonché dai componenti del locale meetup “Istmo a 5 stelle”. I girifalcesi non hanno più alibi, a settembre quando si voterà, avranno finalmente la possibilità di tracciare un futuro diverso per la propria comunità, di cambiarne in meglio le sorti e, siamo fiduciosi, non ci deluderanno».

È quanto affermano, in una nota congiunta, il candidato a sindaco per il Movimento 5 stelle Luigi Antonio Stranieri e il deputato della Repubblica, nonché facilitatore delle relazioni interne per il Movimento, Riccardo Tucci.
«La lista del M5S a Girifalco – spiegano Stranieri e Tucci – nasce sulla scorta dell’esperienza de i “Cittadini liberi e attivi” che a Girifalco nella scorsa consiliatura ha espresso l’elezione dell’ingegnere Luigi Antonio Stranieri che ne è divenuto capogruppo. Si è trattato di un’esperienza difficile, ma al contempo esaltante, nella quale sono state messe in campo tutte le procedure a salvaguardia di ambiente e territorio ed a tutela di ogni cittadino in linea con i principi del M5S a cui i “Cittadini liberi e attivi” si sono sempre e costantemente ispirati. Battaglie civiche che hanno ricevuto il plauso dei cittadini e hanno significato una netta inversione di tendenza con le deleterie politiche del passato».

«Sulla linea di continuità della scorsa consiliatura – prosegue la nota – il M5S si propone e propone dunque una valida alternativa ai soliti giochi di potere che si sono perpetrati per decenni in questo paese. Lo fa con umiltà e dedizione portando avanti una squadra di professionisti giovani e credibili che intendono poter realizzare le idee d’avanguardia del M5S nell’auspicio di rappresentare un’autentica novità nel panorama politico di una comunità che desidera fortemente di riscattarsi dal degrado e dall’arretramento in cui si ritrova attualmente».

«La lista del Movimento 5 stelle rappresenta – concludono Stranieri e Tucci – una valida alternativa all’insussistenza dei governanti che si sono susseguiti ininterrottamente nel corso degli anni, sempre gli stessi, e che oltretutto si sono incrociati spesso, divenendone all’occorrenza: alleati o avversari, a seconda delle circostanze pur di poter andare al potere a prescindere dai programmi e dalle idee messe in campo».