Quantcast

Longo risponde a Costanzo: “A viale Isonzo problematica di competenza extra comunale”

L'assessore condivide l'esigenza di chiedere un intervento al Prefetto

“In viale Isonzo 222 il Comune è intervenuto più volte per risolvere problemi che andavano anche al di là delle proprie competenze. Se, come segnalato dal consigliere Sergio Costanzo, alcuni residenti hanno dovuto mettersi all’opera, in proprio, per liberare pozzetti di scarico dell’edificio di cui sono inquilini, appare evidente che la problematica sia di diretta competenza dell’Aterp o degli stessi residenti. In caso contrario, il Comune avrebbe immediatamente provveduto a ripristinare la situazione. Ho interpellato il dirigente e i tecnici del settore comunale preposto che mi hanno assicurato che, sul caso specifico, non sia pervenuta alcuna segnalazione”.

E’ quanto dichiara l’assessore ai Lavori Pubblici, Franco Longo, in risposto alle osservazioni fatte dal consigliere comunale Sergio Costanzo.

“Con questo non voglio dire che l’amministrazione possa o voglia lavarsene le mani, tutt’altro, ma mi trovo costretto a sottolineare che, per il Comune, è materialmente impossibile agire in tutti gli insediamenti di edilizia residenziale di competenza dell’Aterp. L’agenzia regionale – dice Longo –  ha infatti competenza su insediamenti di edilizia residenziale sparsi in quasi tutti i quartieri del capoluogo. Quindi non solo su quelli di viale Isonzo, dove comunque è stato messo in piedi un ragionamento condiviso con l’amministrazione che ha permesso, alla stessa Aterp, di richiedere alla Regione una somma pari a un milione 700mila euro. Costanzo, però, mi trova d’accordo quando sottolinea l’urgenza di chiedere un intervento al Prefetto. Dovesse farlo pubblicamente mi troverà al suo fianco perché alcune vicende possono essere risolte solo con la sinergia fra tutti gli attori istituzionali impegnati sul territorio”.