Comunali Girifalco, Carolina Scicchitano presenta la sua candidatura a sindaco

Il progetto civico “Girifalco - una nuova era” per l’apertura della campagna elettorale. “Girifalco sei tu: Ripartiamo da ‘Noi’ per volare alto”.

Identità. Comunità. Opportunità. Sono queste le parole che danno senso e coerenza alla candidatura a Sindaco di Carolina Scicchitano, classe 1971, laurea in Economia e Commercio e Master in Diritto Comunitario, da quasi vent’anni impegnata in un percorso di alto profilo professionale, incentrato sulla programmazione e gestione amministrativa e finanziaria al servizio dello sviluppo locale.
Oggi Carolina Scicchitano è Funzionario presso la Regione Calabria in servizio presso il Centro per l’Impiego di Soverato, nonché Direttore Amministrativo e Finanziario del Gal Serre Calabresi di cui, dal 2011 al 2015, è stata Direttore Generale.
Questa non è la sua prima esperienza di carattere politico: tra il 1998 e il 2003 è stato già membro del Consiglio Comunale di Girifalco e del Consiglio della Comunità Montana Fossa del Lupo.
Alla luce di questo percorso umano e professionale, le ragioni di questa candidatura si ritrovano nella vocazione a lavorare, dal basso, per il bene comune, come dichiara Carolina Scicchitano: “Io vorrei cominciare da queste tre parole: identità; comunità; opportunità; perché è da qui che possiamo creare, insieme, una nuova e concreta visione del nostro paese” . E prosegue tracciando i punti salienti della sua candidatura con il progetto civico “Girifalco – una nuova era”: “Io vivo a Girifalco, ma, soprattutto, ‘vivo’ Girifalco: amo il mio paese e da questo legame nasce la volontà di dare valore, con strategie e azioni mirate, alle potenzialità che questo paese ha. Girifalco deve tornare ad essere il punto di riferimento tra i paesi del nostro comprensorio; per fare questo, però, è necessario avviare un processo che ci consenta di creare una comunità girifalcese.

Un proverbio africano recita: ‘Per crescere un bambino ci vuole un intero villaggio’. Il nostro obiettivo sarà quello di ricostruire, dal basso, il nostro ‘villaggio’, rifondare il senso di comunità che sarà la nostra risorsa di valore, attraverso l’ascolto e la partecipazione. Vorrei che le parole ‘comunità’ e ‘politica’ tornassero ad avere un unico significato, perché la politica nasce con l’obiettivo di governare per il bene comune e far sentire l’intera comunità, tutti i cittadini, parte attiva di questo processo”. Per concludere, Carolina Scicchitano aggiunge: “Ecco, in questo percorso condiviso vorrei che il risultato più immediato fosse quello di attirare i giovani e motivarli ad essere protagonisti della vita di comunità e, quindi, della vita politica del nostro paese. Ricostruire il ‘villaggio’, come nell’antico proverbio africano, per me vorrà dire impegnarmi per dare valore alla nostra umanità e usare le competenze per creare processi virtuosi, in una visione partecipata: ‘Girifalco sei tu’, anzi siamo noi tutti. Così potremo davvero volare alto”.