La replica di Consolante a FI: “Da che parte sto? Dalla parte dei cittadini”

"Buoni spesa: a seguito dell'accreditamento delle somme purtroppo l'erogazione non sarà immediata"

“I colleghi di Forza Italia (e della maggioranza) mi hanno chiesto da che parte sto. La risposta è semplice: dalla parte dei cittadini”. Lo afferma in una nota il consigliere comunale Enrico Consolante.

“È evidente – dice il consigliere – che la richiesta rivolta alla burocrazia comunale sui buoni spesa covid altro non è se non quanto numerosi cittadini hanno tentato di domandare come contribuenti. Da consigliere eletto mi sono limitato a riportare le loro voci. Voci, faccio notare ai colleghi, che meritano particolare attenzione viste le critiche condizioni economiche e sociali causate dall’emergenza sanitaria.

Se preferiscono restare sordi, facciano pure. Capisco perfettamente le nuove e le croniche carenze di personale del settore Politiche sociali.

Il presidente di commissione, che svolge il ruolo da qualche mese, a questo punto dovrebbe fare di tutto per dare un indirizzo politico solido affinché in futuro la situazione possa migliorare. Aggiungo che, tornando ai buoni spesa, a seguito dell’accreditamento delle somme purtroppo l’erogazione non sarà immediata. Pastoie burocratiche che non possono essere una valida giustificazione di fronte a cittadini in difficoltà”.