Conte contatta Gino Strada: nome proposto da Movimento Cinque Stelle e Sardine

Dopo il caso emerso attorno alla nomina di Giuseppe Zuccatelli

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha sentito il fondatore di Emergency Gino Strada. Lo confermano fonti di Palazzo Chigi. Il nome di Gino Strada è stato proposto da esponenti del Movimento 5 stelle e dalle Sardine per la sanità  in Calabria, dopo il caso emerso attorno alla nomina di Giuseppe Zuccatelli a commissario della sanità regionale.

Il suo nome ha iniziato a circolare subito dopo le dimissioni del commissario alla Sanità calabrese Saverio Cotticelli dopo essere stato  proposto da esponenti del Movimento 5 stelle e dalle Sardine. E non ha perso vigore neanche dopo la nomina del neo-commissario Giuseppe Zuccatelli, nomina che ha sollevato polemiche non  ancora sopite per un video che lo ritrae mentre dice che le mascherine non servono a niente. Adesso, a rendere più  realistica l’ipotesi di vedere Strada a riorganizzare la rete ospedaliera calabrese, è una telefonata che il premier Giuseppe Conte ha fatto nel pomeriggio al fondatore di Emergency. Telefonata confermata da fonti di palazzo Chigi che, però, non aggiungono altro. In ambienti politici locali è circolata anche la voce di un no da parte di Strada (ma senza alcun riscontro ufficiale) per il quale si prospetterebbe anche un ruolo nazionale.   L’ipotesi su cui starebbe ragionando il Governo è quella di affiancare Gino Strada a  Zuccatelli, quindi senza sostituire quest’ultimo, affidando al fondatore di Emergency il compito di organizzare i reparti Covid e gli ospedali da campo per far fronte alla pandemia. Ipotesi su cui non concordano nè il Movimento né  le Sardine.