Sicurezza dei canaloni e del sistema raccolta acque, l’assessore Longo: ‘I fondi regionali ancora non spendibili’

Focus della Commissione Lavori pubblici. La preoccupazione di Riccio

Più informazioni su

    La commissione consiliare Lavori pubblici, presieduta da Eugenio Riccio, si è riunita per focalizzare l’attenzione sullo stato di sicurezza dei canaloni, delle fiumare e del sistema di raccolta delle acque meteoriche. All’incontro hanno partecipato l’assessore ai Lavori pubblici Franco Longo e un funzionario dello staff del sindaco, Ivano Marino.
    “La commissione si è concentrata sulla bonifica del sistema di raccolta delle acque meteoriche eseguito a settembre dalla Sieco con particolare riferimento alla zona sud della città. Inoltre, si è discusso degli interventi di bonifica, in corso di esecuzione, dei canaloni, mentre per quanto concerne la bonifica e la manutenzione dell’alveo della Fiumarella e del Castace, l’assessore ha informato la commissione che i fondi regionali trasferiti al Comune nelle sue funzioni di “ente avvalso”, che dovrebbe poi gestire gli interventi pari a circa due milioni di euro, non possono al momento essere spesi perché la procedura amministrativa è priva di un parere della Soprintendenza che verrà acquisito dalla stessa Regione tramite apposita conferenza di servizi.
    La speranza, ha sottolineato Riccio, è che il procedimento amministrativo venga perfezionato nei prossimi giorni per consentire al Comune di eseguire i lavori. “La commissione – ha aggiunto il presidente – esprime forte preoccupazione per questo ritardo, in particolare adesso che l’alluvione subita dal Crotonese ha riportato l’attenzione sul drammatico  fenomeno degli allagamenti. La Regione deve muoversi tempestivamente”.

    Riccio ha sottolineato che la commissione ha dichiarato all’unanimità la propria disponibilità a confrontarsi con la Regione per individuare le azioni più tempestive finalizzate all’eliminazione delle criticità.
    Alla riunione hanno partecipato i consiglieri Angotti, Celi, Consolante, Manuela e Sergio Costanzo, Gallo, Levato, Lostumbo, Rosario Mancuso, Pisano, Praticò, Procopi e Renda.

    Più informazioni su