Quantcast

San Sostene, Aloisio si candida a sindaco

"L’allontanamento dalla Lega, non è allontanamento da Antonio Chiefalo, anzi sono convinto di continuare un percorso politico con lui in altre realtà"

L’avvocato Luigi Aloisio si candida a sindaco di San Sostene. Lo comunica egli stesso in una nota stampa in cui spiega le ragioni della sua scelta: “Comunico che il prossimo anno mi candiderò a Sindaco nelle elezioni amministrative a San Sostene. La decisione è maturata dopo una lunga riflessione con la mia famiglia ed alcuni stretti collaboratori. Numerosi cittadini, da tempo, si erano dimostrati preoccupati per la mia decisione, manifestata molto tempo addietro, di ritenere finita la mia lunga esperienza amministrativa. Ho visto in loro la sincera commozione, esprimendomi la necessità di guidare un’ulteriore amministrazione per i successivi cinque anni al fine di formare un gruppo che possa essere il corpo portante della politica sansostenese futura.

“Ho inteso confrontarmi – prosegue la nota  con la mia famiglia prima di assumere la decisione sulla mia possibile ricandidatura ed ho accolto le richieste dei tanti amici che mi circondano. Non nascondo che mi ha entusiasmato l’idea di inserire molti giovani in un gruppo collaudato al fine di infondere la mia esperienza ai ragazzi”

“Sceglierò – scrive – i miei nuovi candidati in base alle loro esperienze lavorative e di studio e soprattutto alla loro volontà di esprimere idee nuove nell’interesse della comunità sansostenese. Le mie amministrazioni sono state costellate da riconoscimenti universitari per buone pratiche amministrative innovative e si deve mantenere, nell’avvenire, questo modo di operare per la crescita del territorio. I lavori pubblici in corso sono molti, ma ho tante idee da portare ancora avanti.  Nello stesso tempo, voglio, per la prima volta, addentrarmi in una struttura di partito o di movimento politico, in modo da varcare i confini del territorio di San Sostene, per esprimere al meglio le mie idee soprattutto di miglioramento dell’ambiente e dell’assetto territoriale. Naturalmente, mi guarderò intorno, verificherò le proposte che sino ad ora mi sono pervenute e sceglierò in base alle possibilità che mi verranno date per esaltare il mio lungo trascorso di amministratore. Ho, in passato, appoggiato personaggi politici, puntando più sulla persona che sul partito in cui erano inseriti, esponendomi in prima persona per loro. Nelle ultime regionali ho appoggiato il mio carissimo amico Antonio Chiefalo, all’interno della Lega, perché ne ho riconosciuto, e ne riconosco tuttora, le grandi doti umane e capacità, ma la mia permanenza nella Lega è finita poco dopo le votazioni regionali, non avendo la Lega stessa colto i valori che esprimeva Antonio Chiefalo. Ora, cerco una svolta personale. Oltre a candidarmi come Sindaco di San Sostene con una lista civica, voglio crearmi uno spazio mio, senza avere aspirazioni di candidature regionali, ma di inserimento immediato in una struttura politica che mi garantisca la libertà di portare avanti le mie idee. L’allontanamento dalla Lega, non è allontanamento da Antonio Chiefalo, anzi sono convinto di continuare un percorso politico con lui in altre realtà, perché ci accomuna correttezza e passione, senza le quali nulla si crea. Questi sono valori che entrambi consideriamo come elementi cardini imprescindibili della nostra vita”.