Sant’Anna, Pisano: ‘Il sindaco agisce, Pd e Articolo 1 parlano’

'Se avessero coinvolto il proprio governo avremmo evitato i problemi'

Più informazioni su

    “Mentre l’ok dell’Asp all’accreditamento del Sant’Anna hospital ha rifatto vedere la luce su una vicenda che fino a lunedì sembrava essere avvolta nel buoi più pesto, prendo atto con soddisfazione della nota diramata, fra gli altri, dal coordinamento catanzarese del Pd e dalla sezione cittadina di Articolo 1. Grazie di esistere, mi verrebbe da dire, se non fosse che avrebbero potuto dimostrare la propria esistenza in ben altri tempi e con ben altri modi.
    Mi spiego meglio: invece di commentare gli spiragli che si stanno aprendo nella crisi del Sant’Anna, grazie a un intervento sinergico delle istituzioni comunali e regionali che loro invece mistificano, il Pd e Articolo 1 di Catanzaro avrebbero potuto fare pressione sul proprio parlamentare di riferimento, il democrat Antonio Viscomi, e sul proprio ministro alla Salute, quel Roberto Speranza che è la figura più importante di Articolo 1, per evitare che i dipendenti e i pazienti del Sant’Anna vivessero settimane drammatiche. Niente di tutto ciò è stato fatto, eppure avrebbero potuto intervenire in modo deciso senza che se la sbrigassero gli enti regionali e comunali: ricordo loro che il commissario alla Sanità in Calabria, che è il plenipotenziario del settore nella nostra regione, lo ha nominato lo stesso governo di cui fa parte Speranza.
    Con una breve e inutile nota questi signori hanno dimostrato per l’ennesima volta perché non vinceranno mai un’elezione: sono così avulsi dal contesto che non riuscirebbero a farsi votare nemmeno se si presentassero da soli”.

    Più informazioni su