Quantcast

“Ala del nuovo Palazzo di Giustizia sia intitolata ad Antonio Catricalà”

La proposta formale dell'assessore alla cultura Ivan Cardamone in una lettera inviataa l Presidente del Tribunale e per conoscenza a quelli della Corte di Appello, del Coa,della Camera Penale, della Fondazione Umg

Intitolare l’ala del nuovo Palazzo di Giustizia di Catanzaro alla memoria di Antonio Catricalà. E’ la proposta che l’assessore alla cultura, Ivan Cardamone, ha inteso formalmente inviare al Presidente del Tribunale di Catanzaro, Rodolfo Palermo, e per conoscenza al Presidente della Corte di Appello di Catanzaro, Domenico Introcaso, al Presidente dell’Ordine degli Avvocati del Foro di Catanzaro, Antonello Talerico, al Presidente della Camera Penale, Valerio Murgano, e al Presidente della Fondazione UMG, Valerio Donato.

“Lo scorso 24 febbraio – si legge nella lettera – è venuta a mancare una figura di altissimo profilo, come quella di Antonio Catricalà che, nel suo lungo percorso professionale, ha ricoperto diversi ruoli di responsabilità e di prestigio nelle Istituzioni della Repubblica, ma è stato anche Avvocato dello Stato, Magistrato del Consiglio di Stato, avvocato e docente universitario.

Il compianto Antonio Catricalà ha sempre dimostrato grande sensibilità e attaccamento alla propria terra, assicurando la propria collaborazione istituzionale e condividendo una serie di idee e proposte utili a rilanciare lo sviluppo della Calabria e del Capoluogo nella difficile sfida della ripartenza post Covid.

L’Amministrazione Comunale – in condivisione con l’unico allievo di Antonio Catricalà all’interno delle istituzioni,  Saverio Lo Russo, Dirigente Generale del Dipartimento per gli Affari Regionali e le Autonomie della Presidenza del Consiglio dei Ministri, peraltro anch’egli catanzarese – intende fortemente celebrare la figura di Antonio Catricalà attraverso un’iniziativa, che possa legare, in modo permanente e tangibile, il suo nome alla città di Catanzaro ed indicarla come fulgido esempio alle nuove generazioni di magistrati e avvocati.

L’ala del nuovo Palazzo di Giustizia – oggi identificata burocraticamente come corpo B – potrebbe rappresentare il luogo più consono ed idoneo ad essere intitolato alla memoria di Catricalà: un semplice, ma significativo gesto commemorativo, utile a mantenere vivo il ricordo, anche tra le nuove generazioni di professionisti, di uno dei figli più illustri di Catanzaro”.