Quantcast

Comune, centrodestra compatto, Pisano: ha vinto il buon senso

Il capogruppo di Catanzaro con Abramo: mi ha fatto piacere, però, avvertire che la rinnovata sintonia con Forza Italia abbia rimesso in primo piano anche il fattore umano, l’amicizia fra persone che si conoscono e collaborano da anni, e che va al di là della politica stessa

Dichiarazione di Giuseppe Pisano, capogruppo di Catanzaro con Abramo:
“L’incontro del sindaco Abramo con il coordinamento di Forza Italia ha finalmente riportato il sereno all’interno della maggioranza di centrodestra. L’esito della riunione, che verrà seguita da una serie di altri incontri con tutte le anime del centrodestra sia al Comune che in Provincia, ha a mio avviso segnato il ritorno della politica nella discussione quotidiana. Questo ha chiuso le porte ai personalismi e a quelle beghe, che lo stesso Abramo ha definito di piccolo cabotaggio, che non avevano fatto altro che appannare la maggioranza stessa.

Mi ha fatto piacere, però, avvertire che la rinnovata sintonia con Forza Italia abbia rimesso in primo piano anche il fattore umano, l’amicizia fra persone che si conoscono e collaborano da anni, e che va al di là della politica stessa. Prima di un amministratore o di un’amministratrice, prima di un politico o di una politica, ci sono uomini e donne, persone in carne e ossa che hanno la precedenza rispetto a qualsiasi altro ragionamento.

Il dato umano, secondo me, ha fatto emergere in maniera ancora più forte quello politico. Mi riferisco alla ritrovata compattezza di Forza Italia e alla sua fondamentale e autorevole presenza nell’area centrale della Calabria. Dove il partito azzurro, come dimostrato dalla nomina a coordinatore regionale del senatore Mangialavori, ha posto le basi per crescere ulteriormente e diventare sempre più protagonista.

Un ruolo di primo piano in questo percorso, ovvio, ce l’ha Catanzaro, con la sua provincia, territori nei quali Forza Italia è sempre stata un riferimento importante e, al suo interno, Sergio Abramo è sempre stato presente e attivo.
Riprendere quei discorsi interrotti, riannodare il nodo della sintonia vuol dire far vincere il buon senso e la buona politica pensando all’unica stella polare che muove il nostro agire: il Bene della città capoluogo e dei suoi territori.
La dimostrazione di unità che oggi ha dato il Consiglio comunale è la prova concreta di ciò che è successo la sera prima. Forse qualcuno non ce n’è accorto, ha pensato di poter sollevare ancora un po’ di polvere, ma è stato subito smentito dai fatti. Se ne faccia una ragione”.