Quantcast

Regione vicenda giornalisti licenziati, Tallini: decida Consiglio

"Debole e semplicistico trincerarsi dietro la separazione delle funzioni tra organo politico e burocrazia"

“Sulla vicenda dei giornalisti dell’ufficio stampa del Consiglio regionale licenziati dopo decenni di lavoro, la politica deve metterci la faccia. Non è condivisibile la posizione dell’ufficio di presidenza che, come Ponzio Pilato, si è lavato le mani, rimettendo tutto alle decisioni dell’Autorità giudiziaria”. Lo afferma, in un comunicato, il consigliere regionale di Forza Italia Domenico Tallini.

“Appare una posizione debole e semplicistica – aggiunge – l’idea di trincerarsi dietro la separazione delle funzioni tra organo politico e burocrazia. Il Consiglio regionale non può limitarsi ad esprimere un generico ‘rammarico’ per una questione che lo riguarda direttamente. Il Consiglio regionale non può accettare che si ledano diritti acquisiti e che si arrivi anche a chiedere la restituzione di emolumenti per un lavoro puntualmente e diligentemente reso con grande professionalità.

Li abbiamo utilizzati tutti noi, in questi anni, i giornalisti dell’ufficio stampa. Non possiamo fare finta di non conoscerli.
Visto che l’ufficio di presidenza ha rivendicato una funzione di indirizzo politico, invito il presidente ad attivarla pienamente, portando in aula una proposta di organizzazione dell’ufficio stampa che salvaguardi i diritti acquisiti dei giornalisti fin qui impiegati”.
“Sono del parere che il Consiglio regionale – afferma Tallini – , pur in regime ordinario, sia legittimato ad adottare un atto del genere che ritengo abbia i requisiti dell’indifferibilità e dell’urgenza. O, se questo non fosse tecnicamente possibile, ad approvare un ordine del giorno netto e chiaro sulla vicenda, che sospenda l’esecutività del provvedimento assunto e trovi una soluzione di continuità sottolineando il puntuale lavoro svolto per decenni da questi professionisti, oggi ‘dimenticati’ da una politica che appare ipocrita cinica ed opportunistica”. (ANSA).