Quantcast

Elezioni, Conte invita le forze progressiste a fare rete

"Disposto ad aprire un tavolo di confronto per costruire un progetto che offra migliori condizioni di vita a tutti i calabresi"

Più informazioni su

“La regione Calabria andrà al voto e  questo appuntamento merita il massimo impegno da parte di tutte  le forze politiche realmente interessate ad assicurare un futuro di riscatto sociale, culturale e di rilancio economico a tutta la comunità calabrese e, in particolare, alle nuove generazioni”.

Così il leader in pectore M5s Giuseppe Conte per  il quale “ora occorre compiere un decisivo scatto in avanti, nel  segno del coraggio e della determinazione: il Movimento 5 Stelle  chiede a tutte le forze progressiste di dar vita a un patto di ampio respiro programmatico”. Il Movimento “da domattina è  disposto ad aprire un tavolo di confronto”.

Istruzione, legalità, lavoro, salute sono le priorità dell’agenda che dobbiamo declinare insieme affidando il compito di realizzare questa svolta a un candidato Presidente di regione di alto profilo espressione delle migliori energie della società  civile. I calabresi ci chiedono questo. Meritano una risposta, all’altezza!”. Così il leader in pectore M5S Giuseppe Conte parlando del patto tra progressisti per  individuare il candidato alla presidenza della Regione Calabria.

“I soldi faticosamente ottenuti in Europa – afferma l’ex  premier – costituiscono l’occasione per segnare una svolta anche  in Calabria in modo da sfruttare tutte le potenzialità di una terra ricca di tradizioni, di cultura, di affascinante bellezza. Alcuni sforzi sono stati già compiuti per avviare un percorso che elabori un solido progetto politico. Ma adesso occorre  compiere un decisivo scatto in avanti, nel segno del coraggio e della determinazione: il Movimento 5 Stelle chiede a tutte le forze progressiste di dar vita a un patto di ampio respiro  programmatico”.

Il Movimento, afferma Conte, “da domattina è disposto ad aprire un tavolo di confronto per costruire un progetto che offra migliori condizioni di vita a tutti i calabresi, anche a quelli che sin qui non hanno avuto voce”.

Più informazioni su