Quantcast

Matteo Salvini domenica a Zambrone

Si aprono da oggi gli Stati generali della Lega calabrese

Matteo Salvini sarà domenica a Zambrone per partecipare agli Stati generali della lega in programma nella cittadina tirrenica da oggi. È stato lo stesso leader della Lega a rivelarlo nel corso di “Otto e mezzo” su La7, rispondendo a una domanda di Lilli Gruber su un eventuale incontro ad alto livello all’estero: “Essendo io domenica a Vibo Valentia è difficile che riesca ad arrivare in Ungheria per incontrare Putin. Sarò in Calabria agli Stati generali della Calabria, che è una regione che merita di correre”.

Un motivo in più per la Lega calabrese per la buona riuscita di una manifestazione che si preannuncia ricca di spunti e ottima per lanciare il partito nella prossima campagna elettorale regionale.
L’iniziativa organizzata dal commissario regionale Giacomo Francesco Saccomanno dovrà essere per forza modificata nello svolgimento perlomeno nella giornata di domenica quando è previsto l’intervento di Salvini.

Il programma prevede

Oggi un confronto tra i dirigenti locali, con l’intervento tra gli altri del deputato Domenico Furgiuele , di Nino Spirlì, Presidente Regione Calabria e di Stefania Pucciarelli, sottosegretario alla Difesa. Sabato la prima sessione sarà dedicata al Recovery Plan con gli interventi dei consiglieri regionali Pietro Molinaro e Pietro Raso. E le conclusioni affidate a Nicola Tufo, amministratore regionale della Lega e a Pasquale Pepe, senatore e responsabile del Dipartimento Mezzogiorno. La seconda sessione tratterà delle pari opportunità e del welfare con gli interventi di Tilde Minasi, capogruppo al Consiglio regionale e con le conclusioni di Laura Ravetto, responsabile del Dipartimento Pari opportunità. Prevista una terza sessione, incentrata sulle infrastrutture, con Cataldo Calabretta, commissario Sorical, Renato Bellofiore, commissario Corap, Filippo Mancuso, consigliere regionale, e Domenico Furgiuele.

Domenica mattina la quarta sessione “Legalità e Sicurezza”, in cui esordirà come leghista Lanfranco Calderazzo, nel Dipartimento Regionale Sicurezza e Legalità e Antimafia. Le conclusioni erano affidate al sottosegretario agli Interni, Nicola Molteni. Ma, probabilmente, a questo punto, a chiudere la manifestazione sarà il leader Matteo Salvini.