Quantcast

Tansi: “Ho denunciato alla Polizia Postale reati di calunnia e diffamazione a mezzo social”

Il leader di Tesoro Calabria: "Inutile cancellare i post, si risalirà con certezza all'identità dei soggetti. Il risarcimento sarà devoluta ad associazioni che si occupano di disabilità"

Più informazioni su

“Mi sono recato presso la Polizia Postale per denunciare vari reati di calunnia e diffamazione commessi, a mezzo social, nei miei confronti da soggetti titolari di falsi profili e da soggetti con profilo pubblico”. A dichiararlo è Carlo Tansi, leader di Tesoro Calabria e candidato alla presidenza della Regione Calabria.

“Queste persone – aggiunge -, stupidamente avevano cancellato i post in questione, che però io ho provveduto a catturare subito dopo la pubblicazione e a portare all’autorità giudiziaria, la quale mi ha assicurato che sin da subito avvierà le indagini e risalirà con certezza all’identità dei soggetti. Contestualmente ho provveduto ad avviare con il mio legale un’azione di risarcimento nei confronti di questi soggetti per il danno di immagine subito. Le somme che otterrò dal risarcimento saranno devolute ad associazioni nazionali che si occupano di disabilità”.

“Evidentemente – conclude Tansi – questi soggetti, al soldo della politica ‘ndranghetista che ha distrutto la nostra regione, temono che con il mio ingresso in politica i loro padrini possano non essere rieletti e vedono finire i loro sporchi traffici. Non avendo altri argomenti, si affidano alla calunnia e alla diffamazione”

Più informazioni su