Quantcast

Girifalco, l’ex vicesindaco Vonella: “nulla di personale per ultime nomine dello staff ma sono scelte “elettorali”

Si devono nominare persone che diano competenze e contributi specifici laddove serve alla macchina comunale per migliorarne le prestazioni

Dopo le nomine di Laura Ielapi e Barbara Loiarro per l’ufficio dello staff del sindaco di Girifalco, Pietrantonio Cristofaro, registriamo l’intervento di Salvatore Vonella.

Già vicesindaco della cittadina del Catanzarese – si legge in un comunicato stampa – , anche come ex democratico cristiano, Vonella si rivolge agli amministratori locali e, citando Alcide De Gasperi, chiosa “devono fare il loro mestiere, devono dare le loro competenze tecniche, non devono fare politica”.
Per Vonella, infatti, “non si fa politica senza staff e gli staff non funzionano se sono popolati da amici degli amici. La nuova ricostruzione non si fa se nella macchina pubblica non ci sono persone competenti, indipendentemente dal loro colore politico e dalle loro amicizie. Abbiamo bisogno di voi cari burocrati centrali e regionali con una testa nuova e un nuovo metodo di lavoro. Dovete fare squadra per salvare il paese, e ne dovete avvertire l’orgoglio e la responsabilità”.

Vonella aggiunge “nulla in contrario sulle persone nominate, ma lo sanno tutti a Girifalco, quale è la verità? Si tratta di cambiali in bianco per la recente campagna elettorale delle comunali 2020”.
Vonella va indietro nel tempo, alla giunta Signorello nella quale lui, appunto, ricopriva il ruolo di vicesindaco. “Noi, non abbiamo ricorso allo staff ma invece abbiamo rafforzato l’ufficio tecnico, guarda caso proprio nominando l’attuale sindaco come consulente esterno perché l’ufficio necessitava di un tecnico per i tanti dossier aperti tra cui l’eolico. E ricordo che all’epoca proprio l’attuale sindaco era contrario alla modifica della convenzione sul parco eolico, che poi anni dopo, invece lui stesso ha proceduto ad annullarla di propria iniziativa accordandosi sulle modifiche con la società ed andando direttamente a Roma”.

Ecco il punto centrale dell’intervento di Vonella. “Si devono nominare persone che diano competenze e contributi specifici laddove serve alla macchina comunale per migliorarne le prestazioni. Le amministrazioni comunali – aggiunge – devono rispondere a criteri di qualificazione professionale. Cosi, sono stati umiliati tanti giovani professionisti che potevano essere interessati da una manifestazione di interesse, non certo cooptati motu proprio dal sindaco”

Vonella infine, si rivolge ai giovani professionisti, invitandoli “a rendersi parte attiva e protagonista delle vicende pubbliche girifalcesi altrimenti vincerà sempre questo modus operandi che umilierà le vostre capacità”.