Quantcast

Jole Santelli, Verrengia (Gioventù Nazionale): “Il suo ricordo un modello per plasmare il nostro operato”

"Ha fatto parlare di sé l’Italia e il mondo"

Più informazioni su

Il vice Presidente provinciale di Gioventù Nazionale Federazione Provinciale Catanzaro, Anna Chiara Verrengia, ha voluto ricordare la compianta Jole Santelli ad un anno dalla scomparsa.

Di seguito il ricordo:

Oggi, 15 ottobre 2021, ricorre l’ anniversario della morte di Jole Santelli, prima donna ad aver ricoperto l’incarico di Presidente della Regione Calabria. Tutti ricorderanno quanto improvvisamente sia arrivata questa triste notizia quella mattina di un anno fa, nonostante fosse noto il fatto che purtroppo la nostra Governatrice non godesse di un ottimo stato di salute. La tenacia e la forza con le quali lei stessa stava portando avanti il suo mandato di rappresentanza, in un periodo storico senza precedenti quale quello pandemico, non facevano certamente pensare alle condizioni di una persona che, in realtà, stava vivendo i suoi ultimi giorni di vita.

La Presidente Santelli, durante il corso del suo mandato, ci ha illustrato una Calabria che deve riscattare la sua reputazione, parlando di questa terra con la luce negli occhi tipica di chi ama veramente qualcosa; ha fatto parlare di sé l’Italia e il mondo, se pensiamo che anche il New York Times ha citato le sue decisioni; ha portato avanti le proprie idee, rischiose ma lungimiranti rispetto alle scelte fatte dal Governo, in un momento buio e difficile per tutto il mondo, ma per la Calabria in particolare, lottando anche e soprattutto per la fine del commissariamento della sanità calabrese, battaglia che, siamo sicuri, verrà portata a termine dal nuovo Governo appena eletto.

Jole Santelli è stata una donna che con la sua onestà e il suo amore per la nostra terra ha dato lustro e ha rappresentato in modo impeccabile i calabresi nelle più importanti aule di Roma, ma è stata anche un grande esempio di forza e di coraggio, qualità tipiche dei calabresi, che spesso affrontano battaglie silenziose, non sottraendosi mai al loro dovere, e non privando mai gli altri di un sorriso, proprio come ha fatto lei nel corso dei suoi 8 mesi di mandato.

Che sia per noi giovani sempre il suo ricordo un modello per plasmare il nostro operato, specialmente in politica, specialmente se, come Jole, crediamo che questa terra potrà e dovrà riavere la dignità che merita, avendo coraggio nel portare avanti le nostre scelte.

 

Più informazioni su