Quantcast

Costanzo: “Il canalone di traversa Cassiodoro un minaccia per l’incolumità”

Il consigliere comunale: "Anche dimostrazione dell’inerzia e dell’incuria"

Nonostante le mie preoccupate e reiterate segnalazioni ai settori comunali competenti – scrive il consigliere comunale Sergio Costanzo– , unite a quelle altrettanto angosciate dei cittadini residenti nella zona, il canalone per la raccolta delle acque meteoriche, che passa nel centro abitato, traversa Cassiodoro zona Dulcino di Catanzaro Sala, ha assunto le somiglianze di una giungla tra scempi, cumuli di rifiuti e vegetazione spontanea.

Le foto allegate ne rappresentano il contesto. Una rappresentazione che oltre ai residenti, non dovrebbe far dormire sonni tranquilli a chi, nel palazzo comunale ne detiene la competenza.

Eppure i recenti eventi atmosferici che hanno colpito la nostra regione, dei quali, la televisione e la stampa ne hanno dato ampia documentazione, avrebbero dovuto allertare i settori lavori pubblici, igiene e ambiente che avrebbero dovuta attivare una task force in grado di ripulire canaloni e letti dei fiumi per evitare che quelle cosiddette bombe d’acqua che oramai con insistenza colpiscono i territori divenuti fragili a causa degli incendi, dell’abbandono e del dissesto idrogeologico.

Generico novembre 2021

Il cambiamento del clima comincia a farsi sentire anche da noi e il Mediterraneo e, con esso la Calabria che si ritenevano fossero al riparo da cicloni e trombe d’aria, così non è stato e di recente il ciclone Medicane c’è ne ha dato un avvertimento. Un temporale forte o peggio una bomba d’acqua potrebbero, dunque, creare gravissimi problemi alle abitazioni o alle attività commerciali che si trovano nelle vicinanze di canaloni, fossi e fiumi.

Il caso del canalone di traversa Cassiodoro è un esempio emblematico di queste situazioni presenti sul territorio comunale, ma è anche la dimostrazione dell’inerzia e dell’incuria che potrebbe provocare seri danni anche alla pubblica incolumità. Mi auguro che questa ennesima segnalazione scuota il senso di responsabilità di palazzo de Nobili e questi nostri concittadini possano trascorrere un inverno senza patemi d’animo.