Quantcast

Nuovo Cdu, dibattito aperto sulle comunali

Riunione del partito, avviata la discussione in vista del prossimo appuntamento elettorale

Più informazioni su

“Con la programmata riunione politica nella sede del nCDU a Catanzaro, dopo la parentesi delle elezioni regionali, si è sviluppato l’ulteriore confronto teso a riprendere le fila del progetto politico della Federazione Popolare dei Democratici Cristiani di cui il nCDU è tra i soggetti costituenti”.

I lavori della riunione sono stati introdotti da Vito Bordino il quale ha anzitutto espresso gli auguri di buon lavoro al Presidente della Regione Roberto Occhiuto e al neo eletto presidente del Consiglio comunale di Lamezia Terme Giancarlo Nicotera. Ha quindi proseguito sottolineando la valenza del progetto politico e l’attualità della Federazione. Nel Paese, in Calabria si avverte sempre più la necessità di una area politica moderata e di centro  che si ispira ai valori, agli ideali e alla cultura della Democrazia Cristiana.

Il nCDU ci crede e continua con tenacia e coerenza su questo percorso, anche di coinvolgimento, pur col rammarico che finora altri soggetti politici non hanno dato dimostrazione di essere convinti della validità del progetto.  Ciò non toglie che possano ricredersi come è auspicabile. Erano presenti fra gli altri le delegazioni ed i segretari provinciali delle province calabresi ed i consiglieri  comunali di Catanzaro De Sarro, Consolante, Renda, il segretario cittadino di Lamezia   Giancarlo Muraca e il presidente del consiglio comunale lametino Nicotera e  altri rappresentanti di movimenti e associazioni. Mario Tassone, segretario nazionale del n.CDU e tra i fondatori della Fondazione “Federazione Popolare dei democratici cristiani” ha approfondito il progetto politico sottolineando quanto sia sempre più valido e attuale costruire un’area di centro.

“La politica fondata sul confronto, la moderazione, l’equilibrio non può e non deve restare subalterna ad altre realtà. Analogamente Nino Gemelli che fra l’altro ha sottolineato la finalità di costruire e far crescere una nuova classe dirigente, coinvolgendo anche le associazioni di categoria. Altro argomento trattato  anche l’imminente scadenza elettorale al Comune di Catanzaro, la prima in ordine di importanza e sulla quale contribuire ad aprire un confronto/dibattito ad ampio raggio per individuare una strategia di movimento capace di guardare con ottimismo al futuro della Città capoluogo della Calabria. L’appuntamento elettorale di Catanzaro rappresenta sicuramente un test importante per il buon prosieguo dell’azione politico-amministrativo. A tal proposito si costituirà un ‘coordinamento politico aperto’ dove far confluire ed elaborare idee e proposte utili per disegnare la Città del futuro, rifuggendo dalle solite liturgie e dai soliti accordi salottieri”.

Oltre a Bordino, Tassone e Gemelli sono intervenuti Salvatore Fulciniti che ha convenuto sulla validità del progetto politico della Federazione Popolare e sull’iniziativa per Catanzaro, analogamente Enrico Consolante, che ha evidenziato il sempre più preoccupante distacco tra la politica e i cittadini. Hanno anche dato il loro proficuo contributo Tommaso Mazza, Sofia Rossi, Rocco Bruno, Santino Garofalo, Alberto Fico. Tutti gli intervenuti si sono detti concordi sul progetto politico  tracciato. Bordino, nel concludere l’incontro, ha sottolineato che quindi per “le comunali di Catanzaro il coordinamento politico sarà avviato al più presto e vorrà dare il proprio contributo di opinioni, di idee e di proposte, sotto ogni aspetto, per l’importante appuntamento elettorale. L’esperienza e l’impegno di ognuno sono al servizio dell’esclusivo bene per la città. Anche queste ultime affermazioni hanno trovato concordi tutti i presenti. Infine ci si è dato appuntamento a breve per proseguire questo interessante percorso politico con tutti i soggetti (partiti, movimenti, associazioni e singoli cittadini) che vorranno parteciparvi e ovviamente anche sulle imminenti elezioni comunali della Città capoluogo”.

Più informazioni su