Quantcast

Mancuso presidente del Consiglio regionale, le reazioni

I commenti dopo la nomina

Più informazioni su

    Pietro Raso
    “Con l’elezione del Presidente del Consiglio regionale e la composizione dell’Ufficio di Presidenza parte ufficialmente la 12esima consiliatura.

    Ci aspettano anni di grande impegno in ragione delle sfide ma anche delle opportunità che abbiamo davanti.

    Esprimo al Presidente Filippo Mancuso le mie più vive congratulazioni per l’incarico ricevuto, sono certo che saprà guidare il Consiglio Regionale con l’autorevolezza e la competenza richieste per un cosi prestigioso ruolo.

    Per la Lega Calabria e per il gruppo in Consiglio regionale è un risultato importante reso possibile, come testimoniato dal voto, da una maggioranza di centrodestra il cui profilo di unità  è indiscutibilmente  valore aggiunto.

    Non posso non evidenziare poi i contenuti del primo intervento del neo Presidente Mancuso con il richiamo equilibrato ad ogni parte del territorio regionale e la dovuta sottolineatura nei confronti di quell’area centrale della Calabria ed in particolare dell’asse Catanzaro – Lamezia decisivo per lo sviluppo dell’intera regione. Auguro infine buon lavoro ai vicepresidenti Pierluigi Caputo e Franco Iacucci ed ai segretari-questori Cirillo e Alecci”.

    Il presidente del consiglio comunale di Catanzaro Marco Polimeni

    “Congratulazioni e auguri di buon lavoro a Filippo Mancuso, che da oggi guiderà il nuovo Consiglio regionale della Calabria. Una nomina che costituisce un riconoscimento importante alle capacità politiche e professionali di Mancuso. Grazie al suo ruolo di vertice potrà, dunque, esserci l’occasione per rinnovare e consolidare la collaborazione con l’assemblea civica catanzarese, nella consapevolezza che potremo contare sulla sua disponibilità e sulla sua attenzione.
    Mancuso porterà in dote la sua esperienza maturata durante gli anni di attività in Consiglio comunale e provinciale, oltre che del recente mandato a Palazzo Campanella. Le priorità da affrontare sono tante e diverse, non solo dal punto di vista amministrativo, ma soprattutto politico. Sarà necessario legittimare e capitalizzare il grande consenso che la coalizione di centrodestra ha ottenuto dai cittadini, e lo si potrà fare soltanto ripartendo dal buon governo e dalla capacità di dare risposte concrete alla comunità. Mi auguro, dunque, che fin da subito si potrà instaurare un dialogo proficuo e positivo, nel rispetto dei bisogni di ogni territorio e delle specifiche prerogative della Città Capoluogo”.

    L’assessore Franco Longo e del Gruppo Federazione Popolare per Catanzaro (Capogruppo Eugenio Riccio e consiglieri comunali Anna Altomare, Andrea Critelli e Rosario Mancuso)

    “Con la nomina ufficiale di Filippo Mancuso a nuovo presidente del Consiglio regionale, si apre una nuova pagina politica che riporta la rappresentatività di Catanzaro al vertice della massima assemblea calabrese.
    La consapevolezza di poter contare su una figura di riferimento come Mancuso è chiaramente un fattore importante per tutta la città e l’area centrale della Calabria che conservano e vedono rafforzare il proprio ruolo strategico.

    Nel rivolgere le congratulazioni di tutto il gruppo che rappresenta la persona e il progetto politico di Filippo Mancuso all’interno dell’amministrazione comunale, ci auguriamo che l’avvio di questo nuovo percorso possa segnare un punto di svolta anche dal punto di vista politico per il Capoluogo.

    Le parole pronunciate dal presidente nel suo primo intervento di insediamento a Palazzo Campanella confermano la volontà di valorizzare le prerogative di tutta l’area centrale della Calabria e, in particolare, dell’asse Catanzaro-Lamezia attraverso lo stanziamento di apposite risorse.

    L’idea di una legge speciale, tanto invocata nel corso degli ultimi anni, è oggi più che mai indispensabile e siamo convinti che debba essere proposta e sostenuta fin da questo primo scorcio di consiliatura.

    Ma non solo, sono tanti gli obiettivi e i progetti su cui si dovrà lavorare alacremente per non perdere nemmeno un euro dei finanziamenti europei in arrivo con il Pnrr.
    Sappiamo di poter contare su un interlocutore attento, sensibile e competente, attorno a cui fare squadra, e che reciterà un ruolo sempre più attivo e propositivo anche per le future sorti amministrative della città”.

    Più informazioni su