Quantcast

Assessore Longo a Fare per Catanzaro: ecco cosa abbiamo fatto per canaloni e feditoie

"I lavori, non ancora terminati, hanno già permesso di intervenire in più parti della città"

Più informazioni su

L’assessore ai Lavori pubblici Franco Longo ha replicato al gruppo consiliare Fare per Catanzaro:

“Dopo due mesi pieni di sforzi e interventi di bonifica e pulizia su canaloni e caditoie, fossi e cunette, visibili a occhio nudo in più punti del territorio, mi dispiace che il gruppo consiliare di Fare per Catanzaro imputi qualcosa all’amministrazione comunale e al settore Gestione del territorio.

Se finora le abbondanti e costanti precipitazioni non hanno causato disagi alla popolazione, come invece è purtroppo avvenuto in varie zone del Paese, il merito lo si deve all’azione pianificata e realizzata dal Comune, su input del sindaco Abramo, grazie all’impegno del settore diretto da Guido Bisceglia, e coordinato sul campo dal geometra Montesano e dal caposquadra Dardano, in collaborazione con il Consorzio di bonifica e la Sieco.

Fermo restando che ogni movimento politico è libero di scrivere e criticare qualsiasi cosa, posso tranquillamente rispondere che i lavori, non ancora terminati, hanno già permesso di intervenire in più parti della città.

Faccio l’elenco, così magari Fare per Catanzaro capirà che il suo non è stato un comportamento corretto. Le caditoie sono state ripulite nelle vie Corace, De Grazia, Piave, Burza, XX settembre, Tre fontane, Lungomare, Stretto antico, Miraglia, Barlaam da Seminara, Patari, piazza Dante, Torrazzo, Murano, Fiume, corso Progresso, piazze Dogana e Garibaldi, Di Tarzia, Livorno, Manganelli, Molise, Paglia, Pio X, Turco, in tutta la zona di Siano, le cunette e i tombini in località Runci, i tombini di via Fiume Tacina, le cunette di via Formia, via Trapani e via Cavaglioti.

Il Comune ha anche lavorato sui canaloni, raccogliendo montagne di spazzatura, delle vie Saul Greco, Izzi De Falenta, Fares, Santa Maria-Croci, Marche, Mula lato Conti Falluc, Angitola, Pisacane, Dandolo, Alto Adige, Mazzocchi, Germaneto, Vigliarolo, Trapani, Bainsizza, IV novembre, Lungomare da via Marsala, Ranieri, Toscana.

Sono stati fatti interventi anche sui fossi di viale Isonzo 222, via delle Serre, via Sicilia e via Della Lacina, e tra poco si procederà con lavori in via Stretto Antico, viale Magna Graecia e via Vitale, mentre sono in corso di espletamento le gare per la messa in sicurezza dei torrenti Castace e Fiumarella (nelle aree di Sala e Santa Maria), per cui sono state appena superate le complesse procedure in collaborazione con l’ufficio del Commissario al dissestro idrogeologico della Regione.

Il sindaco, soprattutto, ha appena firmato la convenzione per la realizzazione di ben 12 opere di messa in sicurezza e canalizzazione delle acque, in diverse zone della città, per le quali sono in corso le procedure di appalto, ma nonostante tutto questo Fare per Catanzaro si scaglia contro l’amministrazione per qualche singola opera non ancora eseguita. Capisco che agire in questo modo faccia il gioco politico del movimento e dei suoi consiglieri, però non posso accettare che la parzialità e le strumentalizzazioni di qualcuno mistifichino la realtà”.   

Più informazioni su